Home | Sport | Volley | Play off Scudetto 2021, l’Itas Trentino lotta ma non basta

Play off Scudetto 2021, l’Itas Trentino lotta ma non basta

La Lube vince 3-0 alla Blm Group Arena anche gara 4 e stacca il pass per la finale

image

Foto di Marco Trabalza.
 
La corsa Scudetto dell’Itas Trentino si conclude in gara 4 di Semifinale Play Off. Cedendo stasera nuovamente per 0-3 alla BLM Group Arena gara 4 di semifinale contro la Cucine Lube Civitanova, i gialloblù hanno infatti dovuto lasciare definitivamente il passo agli avversari, terminando qui il proprio percorso nel campionato italiano di SuperLega, ma non quello stagionale, che riserverà ancora l’appuntamento più importante in assoluto: la Finale di 2021 CEV Champions League del primo maggio a Verona contro i polacchi del Kedzierzyn-Kozle.
 
Alla sfida che assegnerà il titolo di Campione d’Europa 2021, Trentino Volley arriverà con alle spalle un lungo periodo di preparazione (più di tre settimane senza partite ufficiali), facendo però tesoro delle tante indicazioni ottenute nel corso della serie di partite appena conclusa contro i marchigiani.
Il risultato odierno che ha sigillato il duello è stato anche in questo caso fin troppo severo per Giannelli e compagni, che pure in questa occasione, come accaduto in tutte le precedenti, hanno dimostrato la capacità di lottare per lunghi tratti alla pari contro i biancorossi.
 
La Cucine Lube è stata brava a mettere grande pressione addosso agli avversari sin dalle prime battute del match; pur sbandando, l’Itas Trentino è però rimasta in carreggiata e, dopo aver perso il primo set per 19-25, ha risposto colpo su colpo nei successivi, arrendendosi solo allo sprint con un doppio 23-25.
Lucarelli (12 punti col 62% in attacco e due muri), Lisinac (4 block vincenti) e Michieletto (partito dalla panchina ma protagonista di un ottimo ingresso sin dal primo set) sono stati gli ultimi a mollare in una serata in cui il muro avversario ha saputo contenere bene le fiammate di Nimir in attacco.
 

 
 La cronaca di gara 4  
La lettura degli starting six non riserva sorprese; l’Itas Trentino si presenta quindi con Giannelli in regia, Nimir opposto, Lucarelli e Kooy schiacciatori, Lisinac e Podrascanin al centro e Rossini libero.
La Cucine Lube Civitanova risponde con De Cecco al palleggio, Rychlicki opposto, Juantorena e Leal schiacciatori, Simon e Anzani centrali e Balaso libero.
 
In avvio gli ospiti fanno subito intendere le loro intenzioni, partendo sparati con Juantorena e Simon (1-4) e poi pure con Rychlicki (2-6), momento in cui Lorenzetti decide di interrompere il gioco.
Alla ripresa è ancora l’opposto lussemburghese a regolare il ritmo della fase di break (3-9 e 4-11), costringendo il tecnico trentino ad usufruire di un nuovo time out.
Il set è irrimediabilmente compromesso, ma l’Itas Trentino prova quantomeno a giocare e ad attivarsi sulle ricostruite come effettivamente accade (da 5-14 a 10-14 con Lucarelli efficace a rete).
Il muro di Simon su Lisinac riallarga la forbice (11-17), poi Nimir scalda il braccio dalla linea dei nove metri e porta i suoi sul meno tre (16-19), coadiuvato da Michieletto (subentrato a metà set per Kooy).
La Cucine Lube non scherza col fuoco ed un nuovo doppio block di Simon chiude il conto sul 19-25.
 
L’Itas Trentino torna in campo con un altro piglio nel secondo set. Lorenzetti conferma fra i titolari Michieletto ed è proprio Alessandro a firmare il break del 5-2 che apre il parziale; in seguito ci pensano Nimir con un attacco e Podrascanin con un muro su Rychlicki ad allargare la forbice (8-3), costringendo Blengini a fermare il gioco.
Alla ripresa, Civitanova (con Yant in campo al posto di Leal) ci mette pochi minuti a tornare in carreggiata, sfruttando la vena realizzativa di Juantorena e le difficoltà in ricezione dei gialloblù (9-7), che proseguono anche in seguito tant’è vero che la Lube con l’ace di Simon arriva al meno uno (12-11).
Il pareggio arriva a quota sedici, con un muro di Juantorena su Nimir, ma Trento riparte grazie ad uno dei rari errori in attacco nella serie di Simon (18-16).
Una schiacciata in rete dello stesso opposto olandese ed un ace di Juantorena su Lucarelli invertono la situazione (18-19) e fanno decidere Lorenzetti per un time out.
Nel finale gli ospiti accelerano ancora con l’ace di Yant (21-23) e difendono il break con Juantorena: 23-25 e 0-2.
 
La battaglia punto a punto riprende nella terza frazione (3-3 e 5-5), prima che la Lube non si esalti di nuovo in fase di break (5-8) con gli spunti di Rychlicki.
L’Itas Trentino prova a replicare con Nimir (8-10) e poi con Michieletto (ace per il 10-11).
Tre block consecutivi gialloblù (due di Lisinac e uno di Giannelli) consentono di mettere per la prima volta il naso avanti ai padroni di casa (12-11, time out Blengini), che poi accelerano con un altro muro, stavolta di Lucarelli (14-11).
Simon col servizio ricuce lo strappo (14-13) e poi è Rychlicki con uno slash semplice semplice per Anzani ad offrire la parità a quota 17.
L’Itas Trentino trova un altro spunto (20-18), che ancora Simon contrae (22-22); allo sprint è ancora la formazione marchigiana ad alzare le braccia: invasione di Lucarelli a rete dopo un attacco e ricostruita a segno per Rychlicki (23-25).
Il match si chiude già sullo 0-3, la serie invece termina 1-3.
 

 
 Il commento a caldo  
«Nel secondo e terzo set dovevamo essere in grado di gestire meglio i vantaggi che faticosamente ci eravamo costruiti, ma non ci siamo riusciti, – ha affermato l’allenatore dell’Itas Trentino Angelo Lorenzetti al termine del match. – Dopo un primo parziale difficile, eravamo stati bravi a rialzare la testa, ripartendo ma cedendo alla distanza.
«Ora dovremo essere bravi a smaltire le scorie di questa serie per programmare al meglio il periodo di lavoro che ci porterà a giocare la Finale di Verona.»
 
 La prossima  
L’Itas Trentino godrà ora di un paio di giorni di riposo prima di tornare in palestra ed iniziare a preparare con grande cura ed attenzione ai particolari la Finale di 2021 CEV Champions League, in programma ad inizio del prossimo mese all’AGSM Forum di Verona.
 
 Il tabellino  
Itas Trentino-Cucine Lube Civitanova 0-3
(19-25, 23-25, 23-25)
 
ITAS TRENTINO: Giannelli 1, Lucarelli 12, Lisinac 9, Nimir 11, Kooy 2, Podrascanin 4, Rossini (L); Michieletto 9, Sosa Sierra, Sperotto, Argenta. N.e. Cortesia, Bristot, De Angelis. All. Angelo Lorenzetti.
CUCINE LUBE: Anzani 3, De Cecco 1, Juantorena 15, Simon 17, Rychlicki 12, Leal 2, Balaso (L); Kovar, Marchisio, Yant 4, Diamantini. N.e. Falaschi, Larizza, Hadrava. All. Gianlorenzo Blengini.
ARBITRI: Boris di Vigevano (Pavia) e Puecher di Rubano (Padova).
DURATA SET: 31’, 30’,, 34’; tot 1h e 28’.
NOTE: partita giocata a porte chiuse. Itas Trentino: 8 muri, 4 ace, 13 errori in battuta, 7 errori azione, 49% in attacco, 51% (33%) in ricezione. Cucine Lube: 9 muri, 7 ace, 12 errori in battuta, 3 errori azione, 54% in attacco, 37% (13%) in ricezione. Mvp Juantorena.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni