Home | Sport | Volley | Arriva in Val di Fiemme la Nazionale femminile di Volley

Arriva in Val di Fiemme la Nazionale femminile di Volley

Attese a Cavalese le partite amichevoli con Bulgaria e Francia. La Val di Fiemme è sempre più «casa» del Volley azzurro

image

>
Estate a tutto volley in Val di Fiemme. Da pochi giorni la nazionale maschile guidata da Fefè De Giorgi ha concluso il lungo periodo di preparazione a Cavalese e, in una figurata staffetta tutta azzurra, la Val di Fiemme è pronta ad accogliere le campionesse europee della nazionale femminile che inizieranno il periodo di preparazione esattamente a un mese dal via dei Campionati del Mondo, in programma dal 23 settembre tra i Paesi Bassi (Arnhem e Rotterdam) e la Polonia (Danzica, Gliwice e Lodz).

Myriam Silla, Paola Egonu e le compagne del team, diretto dal commissario tecnico Davide Mazzanti, saranno al lavoro a Cavalese in due diversi momenti, prima dal 23 al 29 agosto e quindi dall’1 al 7 settembre, con gli allenamenti che si svolgeranno al Palazzetto dello Sport Árpàd Weisz messo a disposizione dall’Istituto scolastico La Rosa Bianca di Cavalese grazie al coordinamento del vicepreside professor Michele Malfer.
 
Periodo di allenamento in cui le azzurre potranno prendere confidenza con gli schemi, grazie alle quattro amichevoli previste. Venerdì 26 e domenica 28 agosto, il Palazzetto dello Sport Árpàd Weisz ospiterà il duplice confronto con la Bulgaria, mentre a settembre, a Cavalese farà visita la Francia che affronterà l’Italia domenica 4 e martedì 6 settembre.
I biglietti per assistere alle partite amichevoli saranno disponibili a partire dai prossimi giorni sul circuito online PrimiAllaPrima (https://www.primiallaprima.it/); l’orario di inizio degli incontri è in via di definizione.
 
Per il quarto quadriennio olimpico consecutivo, Cavalese si conferma così sede ufficiale dei raduni e collegiali della nazionale azzurra, una sede individuata innanzi tutto per la situazione logistica che consente agli atleti e ai tecnici di godere di strutture attrezzate e funzionali e di limitare al minimo gli spostamenti, dettaglio di non poco rilievo nella programmazione quotidiana di allenamenti e di attività.
 
Il contesto naturale e territoriale della Val di Fiemme consente inoltre alle varie squadre - in questi mesi si sono alternate sia le nazionali maggiori che le giovanili - di sfruttare appieno le tante possibilità per inserire all’interno del programma tecnico aspetti di preparazione in esterna, come nel caso dell’esperienza con il rafting sulle acque dell’Avisio che ha coinvolto la scorsa settimana la nazionale maschile, sempre a proprio agio nella Valle del Volley.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni

I miei cammini

di Elena Casagrande