Home | Sport | Volley | Uno straordinario Argentario piega Pisogne per 3 a 2

Uno straordinario Argentario piega Pisogne per 3 a 2

Una vittoria fondamentale, che regala due punti preziosissimi in ottica salvezza

image

>
Dopo l’ottima gara di sabato scorso, arriva un’altra grandissima prestazione dell’Argentario VolLei, che piega Pisogne con il punteggio di 2-3 (22-25, 25-23, 25-15, 23-25, 8-15).
Per Bonafini e compagne una vittoria fondamentale, che regala due punti preziosissimi in ottica salvezza.
Complice infatti la sconfitta della Carinatese a Verona, le trentine scavalcano proprio le trevigiane e agguantano la preziosa terzultima posizione in classifica. 

Quello andata in scena con le bresciane è stato un match entusiasmante, in cui l’Argentario ha mostrato il meglio nel primo e negli ultimi due conclusivi set, certificando le qualità messe in mostra nelle ultime settimane.
Un periodo di pausa di due settimane attende ora l’Argentario, che tornerà in campo dopo la sosta pasquale e dopo il turno di riposo il 4 maggio al PalaBocchi per l’ultima e decisiva partita contro San Donà.


 
 La cronaca 
Per la partita con Pisogne Maurizio Moretti sceglie e schiera il sestetto tipo con Bonafini in regia, Pucnik e Rizzo in banda, Perez opposto, Brugnara e Barbazeni al centro, Dorigatti libero.
Dall’altro lato del campo mister Rondinelli manda in campo Cortelazzo, Dall'Acqua, Stroppa, Brumat, Mazzoleni, Bortolot e Rolando libero.
 
L’approccio alla partita non è dei migliori e l’Argentario fatica a tenere il passo delle avversarie, scese in campo con un piglio decisivamente diverso (6-2).
Il time-out serve alle trentine per resettare la mente e tornare sul parquet per ribaltare lo svantaggio (17-18). Il finale di frazione è un punto a punto entusiasmante, che si conclude con l’ace di Bonafini, che sigla il 22-25.
 
Il secondo periodo si apre in modo più equilibrato rispetto al primo, nessuna delle due formazioni riesce a piazzare un break decisivo (3-3, 12-12).
Con il passare dei minuti, però, le bresciane si portano avanti sino al più tre (21-18) e agilmente riescono a chiudere sul punteggio di 25-23, dopo che le trentine erano riuscite a riagguantare il pareggio (23-23).
 
Il terzo set è per l’Argentario il più difficile. La formazione di Maurizio Moretti riesce a tenere il passo delle avversarie soltanto per la prima metà (11-9) per poi faticare sempre più (19-13).
Il vantaggio acquisito permette alle bresciane di gestire il finale e amministrarlo agevolmente sino al conclusivo 25-15.
 
Arriva al quarto set il momento più bello della partita, perché, sotto 2-1, l’Argentario inizia la rimonta che porterà alla vittoria.
L’inizio è molto combattuto (8-7) ed entrambe le due squadre giocano bene. Nella seconda parte di frazione le trentine premono sull’acceleratore e si portano avanti sino al più tre (19-21).
Il finale è senza respiro, ma a spuntarla alla fine sono Bonafini e compagne che chiudono sul 23-25.
 
Il tie-break è quasi senza storia. Le avversarie calano il ritmo e l’Argentario ne approfitta sin da subito (3-5).
Al cambio campo le ragazze di mister Maurizio Moretti sono avanti di quattro (4-8) e il finale diventa un monologo trentino. È il muro di Brugnara a siglare il definitivo 8-15, che regala la festa all’Argentario.
 
 Questi i dati del tabellino finale 
Battuta (12 punti contro 15), ricezione (57% contro 60%), attacco (38% contro 36%), muro (7 punti contro 11).
Top scorer Argentario Sabina Perez e Katerina Pucnik (entrambe 17 punti).
In doppia cifra anche Arianna Rizzo (16 punti) e Karin Barbazeni (12 punti).
Tra le fila avversarie ottima prova di Federica Stroppa (22 punti) e Alessia Brumat (21 punti).
 
La dichiarazione a caldo 
Una vittoria straordinaria che regala il sorpasso sulla Carinatese e permette all’Argentario di arriva alla sosta con più serenità.
«Le ragazze sono state straordinarie, – dichiara l’allenatore Maurizio Moretti. – Abbiamo piegato la terza in classifica a domicilio e questo dimostra la nostra forza.
«Siamo scesi in campo con il piglio giusto, abbiamo subito la loro rimonta nel secondo e terzo set, ma poi, sfoderando una delle migliori prestazioni stagionali, siamo riusciti a ribaltarla nuovamente.
«Adesso riposeremo qualche giorno dopodiché ci rimetteremo subito al lavoro per preparare l’ultima e decisiva sfida con San Donà, match in cui ci giocheremo la salvezza.»
 
Il prossimo appuntamento è infatti in programma sabato 4 maggio alle 20.30 al PalaBocchi per l’ultima partita della stagione.
Nella prossima giornata le trentine osserveranno il turno di riposo.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Storia dell'Autonomia

di Mauro Marcantoni

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone