Home | Sport | Volley | Serie A3, l’UniTrento Volley stavolta corona la sua rimonta

Serie A3, l’UniTrento Volley stavolta corona la sua rimonta

Contro l'Invent San Donà di Piave arriva la prima vittoria casalinga per 3 a 2


Foto di Marco Trabalza.
 
Il secondo tentativo è quello buono: l'UniTrento Volley ottiene la prima vittoria casalinga nel girone bianco di Serie A3 Credem Banca. Un successo arrivato contro l'Invent S. Donà di Piave e sempre al tie break, il terzo giocato in queste prime quattro partite di campionato per il sestetto di Francesco Conci.
Non ci si annoia mai con l'UniTrento a Sanbàpolis; alla prima apparizione interna la rimonta contro Cuneo non si era concretizzata, questa sera si è invece materializzata quella contro S. Donà di Piave dopo il doppio svantaggio e il finale thrilling con due match point annullati dagli ospiti e il terzo siglato da Simoni a muro su Bellei.
Ancora una volta il top scorer di giornata è stato Alessandro Michieletto con 25 palloni messi a terra, ma la migliore prestazione di serata proviene dal centrale Alessandro Acuti, con 14 punti a referto e il 71% in attacco.


 
 La cronaca del match 
A Sanbàpolis consueto sestetto per Francesco Conci, che schiera la diagonale Pizzini-Poggio, Michieletto e Pol in banda, Acuti e Simoni al centro, Lambrini e Zanlucchi ad alternarsi nel ruolo di libero.
L'UniTrento forza subito dai nove metri e va avanti con un ace di Pol e due attacchi di Michieletto (3-1).
Dal servizio arriva il primo allungo della partita con due ace in fila del numero 5 bianco-bordeaux e un errore degli avversari per l'8-5 e il time out di San Donà.
Gli ospiti non stanno a guardare, ristabiliscono la parità (10-10) e poi passano a condurre (12-16).
Nonostante qualche buon momento, Trento non riesce a ricucire lo strappo, la difesa dei veneziani risolve ogni problema e permette la chiusura sul 20-25.
 
Secondo set equilibrato con San Donà che prova a scappare per due volte e per due volte l'UniTrento lo riprende. (9-9 e 12-12).
I padroni di casa sono però costantemente costretti a inseguire e dal 15 pari San Donà mette a segno un parziale di 1-5 che pare chiudere il parziale.
È solo un’apparenza, perché i bianco-bordeaux sono ancora vivi, recuperano con Bonatesta e Pol fino al 19-20 e pareggiano sul 23-23 con un primo tempo di Acuti e il servizio vincente di Michieletto. Sul più bello, però, San Donà ricaccia di nuovo sotto Trento e si porta sullo 0-2 grazie al mani out di Bellei.
 
Approfittando anche di qualche errore altrui, gli universitari con Magalini in posto 1 in sostituzione di Poggio si portano avanti nel terzo set fino al 16-9 con un break di 7-1 aperto da una schiacciata di Magalini e completato col buon turno al servizio di Michieletto.
Il vantaggio è di quelli rassicuranti e si protrae fino al 21-14, prima del tentativo di recupero dei veneziani, respinto da Magalini e dall’attacco con cui Michieletto segna il punto numero 25 e riapre la partita.
 
Parte meglio San Donà nella quarta frazione di gioco, ma Trento recupera lo svantaggio e da 4-7 si riporta in parità. Sul 10-10 sale in cattedra Alessandro Acuti con due schiacciate e un gran muro che dà avvio al parziale di 6-1 che porta i trentini sul 16-11 per un vantaggio sempre mantenuto sino al termine (18-13 e 23-17) anche grazie agli attacchi in parallelo di Magalini da posto 2.
 
Il quinto set si apre col minibreak degli ospiti, che vale il 4-6 al quale segue il pareggio firmato Magalini e Michieletto.
L'UniTrento appare più in palla e, dopo un paio di scambi giocati punto a punto, si porta sul 13-9 ma le emozioni non sembrano avere mai aver fine: San Donà con un contro-break pareggia il conto.
Acuti manda l'UniTrento sul + 1, ci vogliono due tentativi a vuoto, ma al terzo match point le mani a muro di Simoni siglano il 3-2 finale sull’attacco di Bellei.
 

 
 Il commento a caldo 
«Sapevamo che San Donà ci avrebbe messo in difficoltà con un gioco molto organizzato e una fase break importante e così è successo nei primi due parziali, – spiega l’allenatore Francesco Conci. – Questo ci ha spinti a trovare nuove soluzioni e dal terzo l'ingresso di Magalini per Poggio è stata una scelta risolutiva.
«Siamo stati bravi a sfoderare una bella reazione a livello caratteriale anche perché, dopo il secondo set perso negli ultimi punti, la partita poteva finire già al terzo set.
«È ancora presto per vedere se saremo nella parte destra o sinistra della classifica, al momento ci godiamo questa vittoria e una nuova conferma del nostro livello di gioco e, per quanto riguarda questa sera, anche della capacità di reagire a situazioni negative e trovare soluzioni alternative in corso d'opera.»
 
Per l’UniTrento Volley il prossimo appuntamento è in programma già sabato 16 novembre sempre fra le mura amiche, in quel caso però contro Porto Viro (ore 20.30).
 
 Il tabellino 
UniTrento-Invent San Donà di Piave 3-2
(20-25, 23-25, 25-22, 25-20, 17-15)

UNITRENTO: Pol 7, Simoni 3, Pizzini 2, Michieletto 25, Acuti 14, Poggio 2, Lambrini (L); Dietre, Magalini 24, Bonatesta 1, Coser, Mussari, Zanlucchi (L). N.e. De Giorgio. All. Francesco Conci.
INVENT SAN DONÀ DI PIAVE: Cioffi 7, Bellei 19, Cristofaletti 4, Polo 11, Piazza 3, Margutti 14, Santi (L); Kacperkiewicz 5, Mignano, Mian 3, Palmarin, Spanò (L). N.e. Bomben. All. Michele Totire.
ARBITRI: Nava di Monza e Armandola di Voghera (Pavia).
DURATA SET: 27', 29', 28', 28', 24'; tot: 2h 16'.
NOTE: UniTrento: 10 muri, 11 ace, 24 errori in battuta, 12 errori azione, 39% in attacco, 69% (37%) in ricezione.
Invent San Donà di Piave: 10 muri, 2 ace, 17 errori in battuta, 11 errori azione, 49% in attacco, 55% (30%) in ricezione.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni