Home | Arte e Cultura | Sabato 19 marzo, Fiavé: Festa del papà al Museo delle Palafitte

Sabato 19 marzo, Fiavé: Festa del papà al Museo delle Palafitte

L’appuntamento è alle ore 16 con le educatrici museali che condurranno i partecipanti in un affascinante viaggio nel tempo per scoprire gli antichi saperi

image

>
Sabato 19 marzo, in occasione della Festa del papà, il Museo delle Palafitte di Fiavé propone un pomeriggio speciale rivolto alle famiglie, all’insegna del divertimento e della scoperta.
L’appuntamento è alle ore 16 con le educatrici museali dell’Ufficio beni archeologici della Soprintendenza per i beni culturali che condurranno i partecipanti in un affascinante viaggio nel tempo per scoprire saperi e abilità degli abitanti degli antichi villaggi palafitticoli di Fiavé.

Partendo dalla lettura di alcuni racconti della bibliografia di «Nati per leggere», grandi e piccini potranno esplorare in maniera giocosa il percorso espositivo e cimentarsi in prima persona in un laboratorio per realizzare un piccolo manufatto in legno e selce che rimarrà loro in ricordo dell’esperienza.
L’attività, svolta in collaborazione con la Biblioteca di Valle delle Giudicarie Esteriori, è indicata per famiglie con bambini a partire dai 4 anni.
La partecipazione è gratuita previa prenotazione entro le ore 12 del giorno dell’iniziativa al numero telefonico 3351578640.
 
Non è compreso l’ingresso al museo per il quale la tariffa family prevede la gratuità per bambini e ragazzi fino ai 18 anni e il pagamento della tariffa intera (3,50 euro) per gli adulti.
Con Family Card e Euregio Family Pass i nuclei famigliari composti da uno o due adulti con uno o più figli minorenni pagheranno un solo biglietto con tariffa ridotta.

Per l’accesso e la visita in autonomia al museo, visitabile dalle ore 13 alle 18, non è richiesta la prenotazione, ma è necessario esibire la certificazione verde rafforzata (sono esenti i minori di 12 anni), indossare la mascherina e rispettare il distanziamento.
Fiavé, con il Museo delle Palafitte, il Parco Archeo Natura la cui apertura è prevista il prossimo 16 aprile, e l’area archeologica nota a livello internazionale e inserita nei «siti palafitticoli preistorici dell’arco alpino» Patrimonio mondiale Unesco, è un punto di riferimento di eccezionale rilievo per la storia delle più antiche comunità agricole europee.
 
Il museo racconta le vicende degli abitati palafitticoli succedutisi lungo le sponde dell'antico lago Carera e costituisce un’opportunità unica per conoscere e capire meglio la vita dei nostri antenati che 3.500 anni fa vivevano sul lago Carera, oggi divenuto torbiera.
Informazioni: Provincia autonoma di Trento - Soprintendenza per i beni culturali
Ufficio beni archeologici - Via Mantova, 67 - 38122 Trento - tel. 0461 492161
e-mail: uff.beniarcheologici@provincia.tn.it - www.cultura.trentino.it/Temi/Archeologia

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni

I miei cammini

di Elena Casagrande