Home | Arte e Cultura | Orso, lupo e lince: il punto al museo delle scienze

Orso, lupo e lince: il punto al museo delle scienze

Mercoledì 7 marzo 2012 alle ore 20.30 la presentazione del Rapporto 2011

Nell'ambito degli «Incontri al museo per parlare di fauna» mercoledì 7 marzo 2012 alle 20.30 presso l'aula magna del Museo delle Scienze di Trento, in via Calepina, il Servizio Foreste e fauna della Provincia autonoma di Trento presenterà un aggiornamento sullo stato della popolazione degli orsi e sulle attività in atto, nonché il punto sulle presenze di lince e lupo.
Nell'occasione sarà illustrato e distribuito il Rapporto orso 2011.
 
Torna mercoledì l'ormai tradizionale appuntamento per aggiornare il pubblico sull'evoluzione della popolazione di orsi che gravita nel Trentino e nelle regioni limitrofe.
Quanti e quali orsi sono stati accertati, dove gravitano, quanti nuovi nati e quanti individui scomparsi sono stati registrati, qual è l'evoluzione della loro interazione con l'uomo e cosa viene fatto per gestirla, sono alcune delle domande che troveranno una risposta.
 
Il quadro che sarà illustrato è contenuto nel nuovo «Rapporto orso 2011», documento giunto alla sua quinta edizione, curato dall'Ufficio Faunistico del Servizio Foreste e Fauna della Provincia, con la collaborazione del Parco Naturale Adamello Brenta e del Museo delle Scienze.
L’aggiornamento riguarderà però anche la lince ed il lupo che pure sono segnalati sul territorio provinciale pur con pochissimi individui.
 
La pubblicazione, che sarà in distribuzione mercoledì sera, ed i cui contenuti saranno anticipati per la stampa mercoledì stesso in formato PDF sul sito www.orso.provincia.tn.it, ha un duplice scopo: fornire al pubblico un'informazione corretta, aggiornata e dettagliata sullo status della popolazione di orsi che gravita in Trentino e nelle regioni adiacenti, e registrare in maniera precisa ed analitica un insieme di dati per renderne possibile l'utilizzo da parte degli addetti ai lavori.
Il Rapporto fotografa un consolidamento della presenza del plantigrado e della relativa gestione, anche attraverso una maturazione della capacità operativa di strutture ed addetti.
 
Sul piano gestionale registra inoltre un deciso contenimento dei danni rispetto all’anno precedente nonché un numero di situazioni critiche assai contenuto.
Tra le scelte operate rimane comunque importante la volontà di rendere disponibili, nel modo più trasparente e completo, le esperienze, i dati e le conoscenze via via raccolte.
 
Sette i capitoli nei quali è diviso il «Rapporto orso 2011», più due ormai tradizionali appendici relative alla presenza in provincia della lince e del lupo.
Dati e cifre riguardano il monitoraggio, l'indennizzo e la prevenzione dei danni, la gestione delle emergenze, la comunicazione, la formazione del personale, il raccordo sovraprovinciale e nazionale, nonché le ricerche e convegni prodotti su questa tematica.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni

I miei cammini

di Elena Casagrande