Home | Arte e Cultura | Parte il progetto MOS - 4 (Mobilità per Studenti del 4° anno)

Parte il progetto MOS - 4 (Mobilità per Studenti del 4° anno)

Un’esperienza di full immersion linguistica di 4 settimane, che offre un’opportunità di mobilità transnazionale agli studenti del quarto anno delle superiori trentine

Su proposta del presidente Lorenzo Dellai, la Giunta provinciale ha approvato, nel corso della riunione di venerdì 16 marzo, un nuovo progetto di mobilità transnazionale, denominato MOS – 4 (Mobilità per Studenti del 4° anno), che offre a 200 studenti del quarto anno delle scuole superiori della provincia di Trento la possibilità di partecipare gratuitamente ad un’esperienza di full immersion linguistica di 4 settimane nel Regno Unito o in Irlanda nel periodo metà giugno – metà luglio 2012.
 
Per partecipare è necessario essere studenti del quarto anno delle scuole secondarie superiori di durata quinquennale della provincia di Trento, avere la residenza in provincia di Trento ed un indicatore ICEF (per la politica relativa alla tariffa trasporto studenti) inferiore a 1.
A partire dal 26 marzo e fino al 13 aprile 2012 è possibile aderire al progetto registrandosi online sul sito www.fse.provincia.tn.it.
 
Grazie al cofinanziamento del Fondo Sociale Europeo, negli ultimi anni sono stati attivati numerosi interventi finalizzati allo sviluppo di competenze utili alla costruzione del percorso esperienziale, formativo e professionale dei giovani offrendo loro l’opportunità di trascorrere periodi di formazione all'estero.
Ad esempio, tramite il progetto MoVE (Mobilità Verso l’Europa), la Provincia ha consentito a oltre 700 giovani trentini diplomati, qualificati e laureati, di partecipare gratuitamente ad esperienze di full immersion linguistica e/o di tirocinio professionale presso numerosi Paesi dell'Unione europea.
 
Con il progetto MOS – 4 si è voluto ampliare l’offerta estendendo anche gli studenti delle scuole superiori l’opportunità di trascorrere un periodo di studio all’estero per migliorare le proprie competenze nella lingua inglese.
Dopo la prima fase, che ha anche natura sperimentale sulla risposta degli studenti e i risultati conseguiti, sarà ampliata la scelta delle lingue per cui si potrà fare la full immersion, comprendendo anche tedesco e spagnolo.
 
Il progetto prevede anche la realizzazione di una valutazione di impatto al fine di verificarne gli esiti in termini di miglioramento delle abilità nella lingua inglese, di atteggiamenti verso l’alterità e di tassi di transizione all’Università.
L’iniziativa è realizzata nell’ambito del Programma Operativo FSE 2007/2013, con il cofinanziamento del Fondo Sociale Europeo, dello Stato italiano e della Provincia autonoma di Trento.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni

I miei cammini

di Elena Casagrande