Home | Arte e Cultura | Prestigioso riconoscimento per Franco Marzatico

Prestigioso riconoscimento per Franco Marzatico

Il direttore del Castello del Buonconsiglio è stato eletto nel consiglio direttivo del più importante istituto italiano che si occupa di archeologia preistorica

L’archeologo trentino Franco Marzatico, direttore del Castello del Buonconsiglio di Trento, è stato eletto nel consiglio direttivo dell’Istituto Italiano di Preistoria e Protostoria, il più importante organismo che si occupa di archeologia in Italia che ha sede a Firenze.
 Nella prima riunione operativa Marzatico, che tra i candidati al consiglio direttivo ha ottenuto il maggior numero di consensi (81 voti) è stato eletto alla vicepresidenza.
 
Il consiglio è composto, oltre che dalla presidente Maria Bernabò Brea e dal vice presidente Franco Marzatico, dai consiglieri Daniela Cocchi, Raffaele de Marinis, Clarissa Belardelli, Giovanni Leonardi, Monica Miari, Lucia Sarti e Isabella Damiani.
L’assemblea è composta da 431 soci con diritto di voto ripartiti in Istituti culturali e Accademie, Musei (Civici, provinciali, statali), Istituti - Dipartimenti universitari, soprintendenze e studiosi.
L’elezione di Marzatico, è il riconoscimento al lavoro svolto dall’archeologo trentino in oltre trent’anni di carriera ma sarà anche un’occasione importante per dar voce alle numerose iniziative di studio, ricerca tutela e valorizzazione che si realizzano nel territorio trentino da parte dei vari soggetti che operano nel settore, dal Castello del Buonconsiglio, alla Soprintendenza, all’Università, al Muse e ai musei civici di Riva e Rovereto.
 
Marzatico, nel suo intervento programmatico, ha prospettato la necessità di coinvolgere il mondo giovanile, radicando ulteriormente il ruolo dell’Istituto a livello regionale, con collaborazioni strategiche e intensificando i rapporti di collaborazione internazionale, non solo con associazioni con finalità analoghe a quelle dell’Istituto, ma anche con università, soprintendenze e musei, in funzione di uno scambio permanente delle informazioni scientifiche e della predisposizione di incontri e progetti in comune.
Ricorrendo sempre all’apporto dei giovani, Marzatico ha auspicato l’individuazione di forme innovative di informazione e confronto su scoperte, ricerche, attività e iniziative, in modo tale che l’Istituto rafforzi il suo ruolo di capofila nel settore e possa intercettare anche l’interesse sia di appassionati sia degli organi di informazione non specializzati. 
 
Molto importante per l’archeologo trentino sarà accrescere il ruolo di “opinion leader” dell’Istituto, attraverso interventi sistematici e iniziative concertate con soggetti istituzionali e con organi di informazione, su temi che presentino collegamenti con l’attualità, stigmatizzando ad esempio le frequenti carenze ed errori nei testi scolastici per quanto concerne la trattazione della Pre-protostoria o la banalizzazione mediatica che dà spazio ad un’archeologia non ufficiale priva di scientificità.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni

I miei cammini

di Elena Casagrande