Home | Arte e Cultura | Dal 15 febbraio in uscita «Psyco, 20 anni di canzoni»

Dal 15 febbraio in uscita «Psyco, 20 anni di canzoni»

Un’antologia di 28 brani con «un pallone», in gara al festival di Sanremo, e «Psyco»

image

A distanza di quasi tre anni dall’album Manifesto abusivo, il musicista pubblica su etichetta Sony Music PSYCO, 20 anni di canzoni, un’antologia di 28 brani divisi in due cd, selezionati e «restaurati» dallo stesso Bersani, e impreziosita da due inediti «Un pallone», vincitore del premio della critica a Sanremo 2012, e «Psyco».
Un percorso musicale lungo vent’anni che, dai tempi di «Chicco e Spillo» ad oggi, gli è valso il ruolo di assoluto protagonista tra coloro che sanno trasformare in arte l’osservazione della realtà circostante e dei sentimenti interiori, servendosi di un linguaggio sempre moderno e suggestivo, in bilico costante tra poesia e invettiva, tra il ricorso al paradosso e l’ironia.
 
Il suo infatti è un repertorio che comprende brani visionari quanto di estrema lucidità come «Cattiva», «Lo Scrutatore non votante», «Chicco e Spillo», «Che vita», «Occhiali Rotti», «Sicuro Precariato», «Pesce D'Aprile», «Il mostro», «Caramella Smog» e «Che Vita».
Per arrivare a canzoni che toccano il cuore, scavando tra le pieghe dell’animo umano: esempi di pura poesia, come «Giudizi Universali», «Il pescatore di asterischi», «Se ti convincerai», «Sogni», «Una delirante poesia», «Meraviglia», «Pensandoti», «Lascia stare», «Le mie parole», «Replay», «Un periodo pieno di sorprese», «Ferragosto, «Valzer nello spazio», «Concerto», «Spaccacuore», «Chiedimi se sono felice» e «Freak», completano la raccolta «PSYCO, 20 anni di canzoni».
 
Ad aprire l’antologia è «Un pallone»: il brano con cui l’artista ha fatto il suo ritorno al Festival di Sanremo, dodici anni dopo «Replay», descrive le acrobazie di un italiano di oggi attraverso le disavventure di un pallone che si sente smarrito.
«Ci vuole molto coraggio a rotolare giù/ in un contesto vigliacco che non si muove più/ e a mantenere la calma adesso/ per non sentirsi un pallone perso/ Ci vuole molto coraggio a ricercare la felicità in un miraggio che presto svanirà/ e a mantenere la calma adesso/ per non sentirsi un pallone perso.»
 
Si cambia registro con «Psyco», il brano che dà anche il titolo alla collection.
Intimista e introspettiva nel testo, quanto spiazzante e moderna nelle sonorità, la canzone racconta le peripezie di un’anima tormentata.
«Sono stato in cura per degli anni da un analista sordomuto/ che mi aiutava con dei cenni e molta buona volontà/ a riprendermi dai traumi che avevo avuto in un’altra vita», scrive Bersani per argomentare i passaggi sofferti di un’evoluzione interiore che porta ad «una via di uscita».

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni

I miei cammini

di Elena Casagrande