Home | Arte e Cultura | «L'isola che c'era nel fiume che non c’è»

«L'isola che c'era nel fiume che non c’è»

Sabato 5 maggio festa del borgo di San Martino, che un tempo si affacciava sull'Adige

image

Torna per il quarto anno consecutivo la festa «Il fiume che non c’è» dedicata al borgo di San Martino e ai suoi abitanti, prevista per sabato 5 maggio ed eventualmente rinviata a sabato 12 maggio in caso di maltempo.
«Il fiume che non c’è» 2012 prende spunto dalla presunta leggenda legata all’antico borgo fluviale di San Martino, la quale narra di un isolotto che affiorava dal fiume Adige proprio nelle vicinanze.
 
Nasce così il tema intorno a cui si snoda l’edizione di quest’anno, le isole, intese come sponde immaginarie o come aree architettoniche e urbanistiche, angoli da scoprire e intrecci che si creano.
Anche lo stesso quartiere di San Martino può considerasi una piccola isola della città di Trento, strutturata in modo da porsi fra il centro e la periferia mantenendo comunque una propria peculiarità che la contraddistingue.
 
Considerando l’intenzione di coinvolgere il quartiere, la festa diventa quindi un’occasione originale per far conoscere aspetti inediti del borgo, favorendo al contempo la creazione di nuove sinergie nella comunità a partire da chi abita l’isola di San Martino.
«Il fiume che non c’è» infatti è organizzata da Barycentro, di Delfino S.C.S. grazie alla collaborazione con diverse realtà del territorio, collaborazione che è il cuore stesso del progetto, costituita da un tavolo che ragiona sul quartiere con l’obiettivo che questo possa diventare un tavolo/laboratorio e che la festa rappresenti la restituzione alla città di questo lavoro di rete.
 
La giornata del 5 maggio sarà costellata da eventi, giochi per tutta la famiglia, musica e molto altro.
A dare il via alle ore 10.00 sarà la terza edizione del concorso artistico a partecipazione gratuita che si svolgerà al Parco della Predara durante l’arco dell’intera giornata.
 
Anch’esso è dedicato alla tematica delle isole, che ogni partecipante potrà interpretare liberamente secondo la sua particolare sensibilità e creatività.
In contemporanea, molte sono le attività e le occasioni di festa in programma per l’intera giornata, tra le altre la caccia al tesoro che partirà dal Castello del Buonconsiglio, le visite guidate per conoscere la storia del quartiere a partire dalle 16.30 e, dalle 18.00, saranno aperti i punti di ristoro, per ricaricarsi e godersi la serata che propone cinque letture diverse di Isola attraverso performances artistiche e musica per tutti i gusti a partire dalle ore 20.00.
 
Per maggiori informazioni: Barycentro, P.zza Venezia 38, tel. 0461.262802, cell. 340.8890793, barycentro@delfino.coop
 

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni

I miei cammini

di Elena Casagrande