Home | Arte e Cultura | È morto il cantante Giorgio Consolini, aveva 91 anni

È morto il cantante Giorgio Consolini, aveva 91 anni

Il suo nome è legato a un grande successo degli anni cinquanta, Vecchio Scarpone

image

Molto probabilmente i giovani dei CD e dell’MP3 non se lo ricordano, ma Giorgio Consolini ha emozionato con le sue canzoni la generazione del dopoguerra, con canzoni che hanno vinto a Sanremo e tante altre ancora.
Eppure, le sue canzoni hanno attraversato gli oceani in un periodo in cui non esistevano grandi mezzi di comunicazioni.
La sua canzone più famosa è stata Vecchio Scarpone. A soli 8 anni dalla fine della Guerra mondiale, ha vinto Sanremo con una melodia che rimpiangeva in sostanza i ricordi lasciati dalla vita militare…
 
Consolini era nato a Bologna il 28 agosto 1920 e i suoi primi successi risalgono al 1947, cioè prima dei trent’anni, con canzoni uscite a 78 giri e dai titoli che pochissimi ricordano, come Mandolinate a sera e Madonna degli angeli del 1947.
Nel 1950 si sposa con Lina Zenone da cui avrà due figli: Marco che, diverrà un campione di tennis, e Stefano, tenore lirico.
Nel 1952 arricchisce la sua esperienza partecipando al film storico di Riccardo Freda «La leggenda del Piave» con Gianna Maria Canale, Carlo Giustini e Renato Baldini.
 
Esordisce al Festival di Sanremo 1953 con ben 5 canzoni, di cui solo due vengono escluse dalla finale. Sono Tamburino del reggimento, eseguita in prima battuta da Gino Latilla con il Doppio Quintetto Vocale, Vecchia villa comunale, replicata da Gino Latilla e Vecchio scarpone, eseguita anche questa con Gino Latilla e il Doppio Quintetto Vocale.
Vecchio Scarpone si aggiudicò il Festival di quell’anno.
Nel 1954, in coppia con Gino Latilla, vince il Festival con Tutte le mamme, e porta in finale Sotto l'ombrello in duo con Katyna Ranieri e replicata da Gino Latilla con il Duo Fasano, mentre viene eliminato con Berta filava, eseguita anche da Carla Boni con il Duo Fasano.
 
Nel 1957 a Sanremo interpreta due canzoni approdate entrambe in finale ed entrambe cantate in coppia a Claudio Villa, sia Cancello tra le rose, sia Usignolo, che si classifica al 2º posto con 48 voti, dietro Corde della mia chitarra della coppia Villa - Nunzio Gallo, che ottiene 63 voti.
Nel 1958 viene eliminato dalla finale tre volte, per Arsura con Carla Boni, ma approda in finale con Campane di Santa Lucia, replicata da Claudio Villa.
Nel 1960 viene eliminato assieme ad Achille Togliani per Amore, abisso dolce e porta in finale assieme a Sergio Bruni la celeberrima Il mare, che tante soddisfazioni commerciali ha dato specialmente a Bruni.
 
L'ultima sua apparizione a Sanremo risale al 1962, anno in cui viene escluso dalla finale assieme a Narciso Parigi per Vita.
Continua a incidere per tutto il decennio e per quello successivo per varie etichette, tra cui la Meazzi e la Edig (distribuita dalla RCA Italiana).
Negli anni '80 forma il gruppo «Quelli di Sanremo» assieme a Carla Boni, Gino Latilla e Nilla Pizzi.
 
Cantante molto longevo e con una voce ben impostata, ha continuato la sua attività negli anni della vecchiaia seppur con minor frequenza.
Assieme a Claudio Villa, Luciano Tajoli, Luciano Virgili e Narciso Parigi, è stato uno dei cantanti melodici più famosi in Italia e all'estero. A differenza dei colleghi sopracitati ha forse preferito dare maggior risalto alla linea melodica della canzone che alla propria personalità.
 
Tra i suoi tanti successi ricordiamo: Polvere, Cenere, Tango del mare, La vita è bella, Giamaica, Tutte le mamme, Ondamarina, Usignolo, Perdonami, Non ti ricordi, Granada, Barcelona de noche, Montagne d'Italie, Rimpiangimi, Erba di mare, Il mare, Volevo dirti addio, Forse domani.
Per il Carnevale 2010 di Alassio si è esibito insieme a Nilla Pizzi, cantando alcuni dei suoi successi di sempre, bissando poi l'esibizione anche ad Ozzano dell'Emilia a luglio.
 
È morto nel tardo pomeriggio del 28 aprile 2012 all'Ospedale Maggiore di Bologna, all'età di 91 anni.
 
Si ringrazia Wikipedia che come sempre è stata la nostra fonte principale per individuare date precise, particolari inediti della sua vita e almeno una foto.
La versione originale di Wikipedia dedicata a Consolini è reperibile tramite questo link.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni

I miei cammini

di Elena Casagrande