Home | Arte e Cultura | «Ti scrivo da Arte Sella»: il viaggio delle parole attraverso la natura

«Ti scrivo da Arte Sella»: il viaggio delle parole attraverso la natura

Tra i giovani autori che si sono cimentati in questa avventura ci sono gli scrittori Davide Longo e Antonella Lattanzi

Cosa accade quando dei giovani scrittori, accompagnati da due importanti e sensibili guide si ritrovano per dieci giorni fra prati, montagne, alberi monumentali, nuvole, insetti e opere d’arte?
Nell’estate del 2011 sette promesse della Scuola di scrittura Holden fondata da Alessandro Baricco hanno incrociato le loro strade con quella di Arte Sella per dare vita al progetto Quotascrittura: Sette scrittori in cerca di alpeggio.
 
Grazie a questo particolare incontro, per la prima volta la storica manifestazione d’arte nella natura si è trasformata in un laboratorio di scrittura a cielo aperto, dove l’affiatato gruppo di «artigiani della parola» ha avuto il tempo di raccogliere le idee, confrontarsi, guardare, immaginare e scrivere in totale libertà, sollecitato dalle suggestioni della natura, delle opere, dai ritmi dilatati e sereni che si respirano ad Arte Sella.
Le storie scaturite nell’ambito di Quotascrittura sono diventate oggi una raccolta di racconti.
Il destino editoriale di questo libro tutto da scoprire, cui è stato dato il titolo Ti scrivo da Arte Sella, parte dal TrentoFilmFestival, che ne accoglie la presentazione in anteprima, venerdì 4 maggio 2012 alle 18.30 presso la Sala della Fondazione Caritro di Trento.
 
Ti scrivo da Arte Sella è più di una semplice collezione di storie.
I giovani autori che si sono cimentati in questa avventura hanno differenti vissuti, desideri e modi di raccontarsi.
C’è chi ama il jazz e il bowling, i tulipani e la neve. O il tennis e Clint Eastwood, Beppe Fenoglio, Stephen King, Lev Tolstoj.
 
Hanno studiato antropologia, lettere o psicoterapia.
Scappano da un call center o danno ripetizioni, lavorano per la tivù o per la pubblicità, fanno musica o scrivono per il teatro.
Le vicende personali si incontrano con il luoghi, le voci e le persone di Arte Sella, per dare vita a storie inedite, ognuna con un sapore ed una temperatura diversa.
 
Dentro le pagine piccoli dettagli svelano il luogo in cui è nata l’ispirazione, mentre ogni parola racconta una passione, condivisa e viscerale, per le parole e la scrittura.
Per chi lo ha concepito e prodotto il libro è uno speciale contenitore di emozioni, incontri e luoghi difficili da dimenticare. Testo e immagini restituiscono la particolare atmosfera di quei giorni e racchiudono allo stesso tempo un invito a condividerla.
 
Ogni racconto è infatti associato ad una particolare immagine di Arte Sella, inserita in forma di cartolina.
Chi lo vorrà potrà staccarla e inviarla per condividere l’esperienza vissuta fra le opere e la natura del luogo che ha ispirato il progetto, moltiplicandone così il senso.
Sotto ogni cartolina, sulla pagina bianca, un disegno dell’artista Roberto Conte interpreta con un linguaggio ancora diverso l’opera ritratta in fotografia.
 
I giovani scrittori in erba di Quotascrittura hanno avuto la possibilità di confrontarsi nei giorni della loro permanenza ad Arte Sella con due personalità d’eccezione, Davide Longo e Antonella Lattanzi, affermati scrittori e insegnanti della Scuola.
Così racconta Davide Longo la nascita e lo spirito del laboratorio.
«La prima volta che sono stato ad Arte Sella ho pensato che ci sono pochi luoghi al mondo dove poter scrivere con tanta naturalezza. E ho immaginato che sarebbe stato un bel regalo far scoprire Arte Sella agli allievi usciti dalla Scuola Holden negli ultimi anni, in particolare ai più meritevoli, vincitori della borsa di studio, ormai avviati sul sentiero della narrazione di professione. Forse l'ultima cosa che potevo fare per loro in qualità di insegnante: consegnargli un posto bellissimo dove scrivere.»
Il giorno successivo, sabato 5 maggio, Ti scrivo da Arte Sella verrà presentato ad antiruggine di Castelfranco Veneto, spazio per l’arte e la cultura creato dal violoncellista Mario Brunello, direttore musicale di Arte Sella. 
 
 La Scuola Holden
Fondata nel 1994 da Alessandro Baricco con altri 4 soci, la Scuola Holden è a Torino.
«La Holden è nata da un’idea - dice Alessandro Baricco - che si dovesse fare una scuola in modo da formare dei narratori. Intorno a quest’idea si è coagulato uno spirito, una passione, quella delle cinque persone che l’hanno fondata e che fin dal primo anno hanno lavorato per la sua realizzazione.»
Una didattica sperimentale che si rinnova ogni anno, per preparare l’aspirante narratore a «catturare» contenuti, tecniche, modi per inventare e strutturare nuove storie.
Più di 700 ore di lezione e laboratori tenuti da professionisti che esercitano i mestieri del narratore.
I docenti della Scuola sono scrittori, sceneggiatori, registi di cinema e di teatro, attori, drammaturghi, copywriter.
La scelta è quella di portare «dal vivo» un’esperienza professionale da condividere con gli studenti.
«Io penso – conclude Baricco – che il nostro spirito si possa riassumere con voglia di far crescere, di fare quella cosa naturale che è raccontare ai più giovani le cose che si sono imparate. È quello che ci tiene insieme ancora oggi: credere nel gesto dell’insegnamento come qualcosa di utile che arricchisce tutti quelli che lo seguono.»
www.scuolaholden.it 
 
 Davide Longo è nato a Carmagnola (To)
Nel 2001 ha pubblicato per la Marcos y Marcos il romanzo Un mattino a Irgalem con il quale ha vinto il Premio Grinzane opera prima e il Premio Via Po.
Dello stesso anno è il libro per bambini Il Laboratorio di Pinot.
Nel 2004 è uscito il suo secondo romanzo Il Mangiatore di Pietre (Marcos y Marcos), Premio Città di Bergamo e del Premio Viadana.
È regista di documentari, autore di testi teatrali e autore radiofonico per RadioRai. Ha scritto per Repubblica, Avvenire, Lettere, Travel.
Del 2006 è La Vita a un Tratto, ed. Corraini.
Nel 2007 ha curato per Einaudi l’antologia Racconti di Montagna. Nel gennaio 2010 è uscito per l’editore il suo terzo romanzo L’Uomo Verticale.
www.davidelongo.com 
 
 Antonella Lattanzi è nata a Bari nel 1979
Vive a Roma.
Il suo romanzo d’esordio, Devozione (Einaudi Stile Libero, 2010) è stato pubblicato per la collana Einaudi Stile Libero.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni

I miei cammini

di Elena Casagrande