Home | Arte e Cultura | «Il Trentino creAttivo» in mostra fino al 21 maggio

«Il Trentino creAttivo» in mostra fino al 21 maggio

Inaugurata nella sala di rappresentanza del Consiglio regionale a Trento l’esposizione organizzata dall’Istituto delle arti di Trento e Rovereto

image

Nella foto: Franco Panizza, Silvio Cattani, Paolo Castelli e Marco Depaoli.
 
Saranno esposte presso la sala di rappresentanza del Consiglio regionale, a Trento, le opere d’arte realizzate dagli studenti dell’Istituto delle arti di Trento e Rovereto.
«Il Trentino creAttivo» è una mostra che raccoglie i risultati dell’azione didattica realizzati dagli studenti, guidati dai rispettivi docenti, degli Istituti d’arte/Licei artistici «Depero» di Rovereto e «Vittoria» di Trento e il Liceo musicale-coreutico «Bonporti» di Trento.
 
«E’ con grande piacere che ho accolto l’invito ad ospitare nella sede del Consiglio regionale le opere di questi giovani artisti – ha detto Marco Depaoli, vicepresidente del Consiglio regionale, che ha partecipato all’inaugurazione – La creatività degli studenti trova qui una sede ideale ed è con ammirazione che guardo alle loro opere: l’arte è un mezzo di comunicazione immediato e potente, che permette loro di aprire un dialogo con gli altri e di esprimere le loro emozioni, dando modo a noi di ascoltare e recepirle. Questa mostra rappresenta uno spaccato di una gioventù che guarda al futuro con positività.»
 
All’inaugurazione ha partecipato anche l’assessore alla Cultura della Provincia di Trento, Franco Panizza, che ha espresso la propria soddisfazione nel vedere le opere esposte e l’impegno dei giovani, e l’assessore all’istruzione del Comune di Trento, Paolo Castelli che, complimentandosi con gli studenti, ha voluto porre l’accento sull’importanza di un dialogo tra gli studenti, i giovani, e la città, che può avvenire anche grazie ad eventi come questo.
Ad apprezzare il lavoro svolto, anche il dirigente scolastico, Silvio Cattani.
 
Si tratta di una scelta di materiali bidimensionali, realizzati con tecniche varie, o tridimensionali (sculture, strutture) spesso vincitori di concorsi nazionali (come nel caso del progetto/modellino premiato al Mart nel recente concorso Miur «New Design») o realizzati per esposizioni in Provincia in sintonia col territorio ma gettando un ponte nel mondo (come i coloratissimi dipinti del Progetto Trento-India «Rabari» esposti di recente nello Spazio archeologico al Sass).
 
 

Tre video (uno per Istituto) illustrano invece le varie azioni formative e performative delle singole scuole: un quarto video (sul fondo della sala) rimanda ininterrottamente l’immagine di tutti gli studenti, i docenti, il personale Ata dell’Istituto, nella convinzione che la scuola sia fatta da persone per persone, al centro di un rapporto sempre migliorabile che oggi, più che mai, può contribuire a rilanciare la fede nella vita, nell’azione, dando speranza alle/con le nuove generazioni creative.
 
Gli studenti, circa un centinaio, hanno portato a piedi dalla sede di via Zambra dell’Istituto fino alla Regione altrettante sedie, realizzate in occasione dell’iniziativa «La scuola in tavola: l’Unità d’Italia nel piatto e nel bicchiere» o sedie d’autore ispirate ai quadri di grandi artisti.
«Una sedia per camminare» lo slogan prescelto, un ossimoro che trae dal contrasto un messaggio: arte, creAzione e movimento possono essere oggi la via d’uscita dall’immobilismo, dalla sedentarietà sociale e dal conservatorismo dei suoi vizi.
Diamo un futuro ai giovani: diamo un futuro con i giovani.
 
 

La mostra, presso la Sala di Rappresentanza del Palazzo della Regione, in Piazza Dante a Trento, sarà aperta fino al 21 maggio. Orari: da lunedì a venerdì 8-18 sabato 8-13.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni

I miei cammini

di Elena Casagrande