Home | Arte e Cultura | Cryptolocked Majoranadal al Palazzo delle Albere

Cryptolocked Majoranadal al Palazzo delle Albere

Dal 9 gennaio al 2 febbraio la prima Escape Room che prende spunto da uno spettacolo teatrale

image

>
Dal 9 gennaio al 2 febbraio, a Palazzo delle Albere, gli appassionati di musica, opera e mistero potranno cimentarsi con Cryptlocked Majorana, una delle più diaboliche escape room di room-escape.it, dedicata al mistero che avvolge la scomparsa del fisico atomico e legata allo spettacolo messo in scena dall’orchestra Haydn (il 20 e 21 gennaio al Teatro sociale di Trento).
Cryptlocked Majorana, per la prima volta in Europa, è una stanza itinerante appositamente creata per lno spettacolo teatrale, per continuare a vivere l'esperienza, primo o dopo il concerto, esplorando una possibilità tutta nuova all'interno del gioco.
La proposta farà da apripista per ulteriori due versioni di escape room, che si susseguiranno nel tempo fino alla fine di febbraio.
Partecipare alle escape room è divertente ma anche costruttivo; grazie a rompicapo, indovinelli ed enigmi si affinano anche le capacità di problem solving, le strategie di comunicazione e di pensiero tra i membri della stessa squadra.
Gli altri due appuntamenti con il gioco si terranno dal 3 al 14 febbraio con Una Fuga al MUSE, una escape room a tema DNA ispirata alla nuova mostra GENOMA a cura di FUGA e dal 15 al 25 febbraio con Delitto a Palazzo delle Albere – un giallo da risolvere a cura di THE DOOR.
 
 COS’È UN ESCAPE ROOM? 
È un gioco di logica nel quale i concorrenti, una volta rinchiusi in una stanza allestita a tema, devono cercare una via d'uscita utilizzando ogni elemento della struttura e risolvendo codici, enigmi, rompicapo e indovinelli.
Per poter completare con successo il gioco, i partecipanti - che solitamente variano da 2 a 6 persone - devono organizzare la fuga entro un limite di tempo prestabilito, di solito di 60 minuti.
Per la risoluzione degli enigmi e delle storie non saranno necessarie particolari conoscenze, né servirà forzare o rompere gli oggetti presenti all’ interno della stanza, solo concentrarsi e applicare logica e senso pratico.
 
 LO SPETTACOLO SU ETTORE MAJORANA 
Ettore Majorana, uno dei fisici atomici più importanti della sua epoca, era un genio come pure un personaggio schivo e solitario.
Nel 1938 (all’età di soli 31 anni) sparì senza lasciare traccia, alimentando varie ipotesi su un caso mai risolto.
Un soggetto ideale per un romanzo criminale dunque – così come per un’opera lirica! L’opera teatrale «Ettore Majorana. Cronaca di infinite scomparse» non racconta la vicenda in modo lineare (tantomeno in modo integrale), ma focalizza l’attenzione sulla sparizione misteriosa dello scienziato siciliano, che viene esplorata attraverso numerose congetture verosimili ed inverosimili.
Luoghi e tempi si incontrano e si incrociano in maniera tale da dar forma ad una narrazione prismatica e sfaccettata di un personaggio affascinante.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni