Home | Arte e Cultura | Spettacoli | Molvius, Storie riflesse in un lago

Molvius, Storie riflesse in un lago

Molveno, lungo le rive del Lago, dal 9 al 12 luglio 2020

image

>
Giovedì sera è andata in scena la prima di Molvius. È tanta la gente che si è raccolta lungo la spiaggia del lago di Molveno per ammirare il mostro emergere - grazie a uno spettacolo 3D su schermo d’acqua di luci laser e proiezioni luminose - dalle acque del lago e raccontare la sua storia.
Venerdì e poi sabato e domenica verrà riproposto lo spettacolo, nel rispetto delle normative per il contrasto al Covid in essere.
Questo pomeriggio c’èstato un laboratorio per bambini e poi col buio (verso le 22) nuova emersione di Molvius, il mostro del lago di Molveno e a seguire la proiezione del primo film dei due in programma.
 
Alcuni luoghi più di altri sembrano adatti a fare da tana a creature fantastiche e animali leggendari. Mostri che abitano i sogni dei bambini e sono capaci di stimolare la fantasia degli adulti.
E il lago di Molveno è il nascondiglio perfetto per Molvius.
Chi è Molvius?
Un mostro verde, con una lunga coda, dentini appuntiti e calzini a righe bianche e rosse. È il mostro disegnato da Nadia Groff, vincitrice del contest che nel 2018 ha visto oltre 100 illustratori sfidarsi nel ritrarre la creatura che abita queste acque.
Molvius vuole ridisegnare l’immaginario del lago di Molveno e... torna a mostrarsi ogni luglio, per raccontare la sua storia in uno spettacolo ricco di effetti speciali.


 
 Molvius spettacolo d'acqua, laser e luci 
Da giovedì 9 a domenica 12 luglio verso le 22 (appena fa buio) sulla spiaggia
Spettacolo in collaborazione con Laser Entertainment
3d animation - Simone Pucci
Sound Design - Federico Ortica, Enrico Dorigatti
Testo - Giacomo Caldarelli
Speaker - Matteo Svolacchia

Schermi d’acqua, proiezioni 3D e laser show. Molvius emergerà dalle acque del lago di Molveno e scopriremo la sua storia   
 
 Rassegna cinematografica sulla spiaggia 
Venerdì 10 e domenica 12 luglio, dopo lo spettacolo sulla spiaggia alle 22.30
Le rive del lago si trasformano in un’arena per il cinema solare itinerante.
La sera, col buio, gli sguardi si rivolgeranno al lago per vedere un film immersi in un panorama mozzafiato.
I film sono l'anteprima della rassegna «Cinema al margine del bosco» di SuperPark. Scoprire la bellezza del Parco Naturale Adamello Brenta con il Cinema du Desert e il sostegno della Provincia Autonoma di Trento.
Info.
 
domenica 12 luglio
 LA PRINCIPESSA E L’AQUILA 
di Otto Bell
Film presentato al Trento Film Festival
(Gran Bretagna - Mongolia – USA, 2017)
Sulle montagne della Mongolia, l’addestramento dell’aquila è una tradizione millenaria esclusivamente maschile che si tramanda di padre in figlio.
Ma Aisholpan non ci sta: ha solo tredici anni, eppure ha già deciso di diventare la prima addestratrice di aquile del Paese.
Sotto la guida esperta di suo padre, la ragazza supererà ogni ostacolo che le si porrà di fronte, imparerà ad accudire la sua aquila e a farla volare, fino a dimostrare tutto il suo talento partecipando al Festival annuale che mette in competizione i più grandi addestratori della Mongolia.
Di grande potenza visiva e ricco di sequenze di forte impatto, girato con tecniche innovative che ci portano a contatto con la magica natura delle montagne e dei cieli della Mongolia.
La principessa e l’aquila racconta un’incredibile storia vera, un’emozionante avventura per tutta la famiglia sull’amicizia, il coraggio, la ribellione e il coraggio che ci vuole per spiccare il volo.
Per partecipare occorre prenotare https://bit.ly/Molvius2

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni