Home | Arte e Cultura | Spettacoli | Pergine Festival: domenica al via con di «Azioni Fuori Posto»

Pergine Festival: domenica al via con di «Azioni Fuori Posto»

Per il primo appuntamento torna il collettivo con «Oltrepassare». Replica il 26 luglio

image

 >
Mancano pochi giorni al debutto dell’edizione 2020 di Pergine Festival.
Un’edizione insolita, che reagisce all’emergenza Covid-19 reinventandosi in una doppia formula estate + autunno ed esplorando il rapporto – a volte tormentato, ma sempre stimolante – fra esseri umani e natura. E proprio nella natura ci porta il primo appuntamento in calendario: all’interno del ciclo «Walkabouts» torna a Pergine Festival il collettivo Azioni Fuori Posto per domenica 19 luglio, e poi in replica il 26 luglio
«Walkabouts _ a passo lento nella natura» è un format ispirato alle walkabout degli aborigeni australiani, lunghi viaggi rituali compiuti periodicamente per favorire gli scambi spirituali e materiali.
Le walkabouts del Festival ci accompagnano alla scoperta degli spazi naturali nei dintorni di Pergine, percorrendo itinerari pensati per piccoli gruppi di spettatori.
L’obiettivo è quello di riconnettersi, attraverso diverse pratiche artistiche, alla natura per scoprirne l’enorme potenziale narrativo.
 
La prima walkabout in programma è oltrepassare, proposta dal collettivo Azioni Fuori Posto.
La performance, già vincitrice del Premio Nazionale Danza Urbana XL 2020 e dell’edizione 2019 di Pergine Arte Giovane, è un’azione site-specific che unisce danza, scultura e suono prendendo spunto dalla relazione uomo e montagna e dalle imprese alpinistiche affrontate per valicare un confine.
Due corpi in relazione tra loro indagano la salita con l’aiuto di sculture sonore che, indossate come due insoliti zaini, richiamano il pubblico e i passanti ad accompagnarli lungo il cammino.
La presenza di un accompagnatore di media montagna permetterà ai performer e al pubblico di dialogare e osservare la bellezza dei monti e della natura.
Attraverso una partitura di movimenti, suoni e parole, Oltrepassare propone un’esperienza fisica, estetica ed emotiva del paesaggio che ci circonda e tenta di raccontare la storia di uno sconfinamento quotidiano.
 
Protagonisti sono i danzatori Silvia Dezulian e Filippo Porro con le sculture sonore di Martina Dal Brollo e il supporto tecnico di Gabriel Garcia.
Il progetto è realizzato anche con la partecipazione della guida di media montagna Luca Stefenelli.
Oltrepassare è in programma il 19 luglio (e in replica domenica 26) alle ore 10.30 e 18.00 con partenza dal Teatro di Zivignago (via dei Molini, 12).
L’evento si terrà anche in caso di maltempo e verranno fornite mantelle antipioggia dall’organizzazione.
I biglietti (10 euro l’intero, 8 euro il ridotto) sono in vendita agli sportelli delle Casse Rurali Trentine, oppure online su www.primiallaprima.it.
 

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni