Home | Arte e Cultura | Spettacoli | Sentinelle di pietra: «Nel cuore nessuna croce manca»

Sentinelle di pietra: «Nel cuore nessuna croce manca»

Venerdì 14 ottobre torna la Giornata dedicata al ricordo delle vittime e dei caduti trentini della Grande Guerra

«Nel cuore nessuna croce manca», questo il nome dell'iniziativa in programma venerdì 14 ottobre per ricordare le vittime e i caduti trentini della Grande Guerra.
Si tratta di un progetto promosso dalla Provincia autonoma di Trento, dal Museo Storico Italiano della Guerra e dalla Fondazione Museo storico del Trentino, con il supporto del Centro Servizi Culturali S. Chiara.
L’evento si inserisce nel weekend conclusivo di Sentinelle di Pietra, l’iniziativa promossa dall’Assessorato alla cultura della Provincia autonoma di Trento – Servizio Attività culturali -, dalla Fondazione Museo storico del Trentino, in collaborazione con il Centro Servizi Culturali S. Chiara, volta a far rivivere i numerosi forti del Trentino tra spettacoli teatrali, musica e reading per ogni genere di pubblico.
 
Attraverso la Legge provinciale del 22 settembre 2017, n. 11, la Provincia autonoma di Trento ha istituito il 14 ottobre quale Giornata dedicata al ricordo.
Ed è così che, anche quest’anno, quella di venerdì 14 ottobre sarà una giornata interamente dedicata alla commemorazione: un ricco calendario di appuntamenti tra Trento (al Cimitero monumentale e in un percorso cittadino) e Rovereto (al Museo Storico Italiano della Grande Guerra e alla Campana dei caduti), con incontri, letture teatralizzate e momenti di ascolto e di riflessione.
 
La Giornata prenderà il via alle ore 10 dal Cimitero monumentale di Trento con la Deposizione della corona al Sacrario militare austro-ungarico a cura della Federazione degli Schützen del Welschtirol.
Nel pomeriggio, alle 15 e alle 16.30, sono in programma due visite guidate gratuite al Memoriale dei Caduti trentini presso il Museo Storico Italiano della Guerra di Rovereto.
A Trento, invece, alle ore 15 partirà da Piazza Dante un percorso a tappe dedicato a Trento nella Grande Guerra, a cura della Fondazione Museo storico del Trentino.
 
Alle ore 20.30 l’appuntamento è a Rovereto, alla Campana dei caduti, con la Commemorazione istituzionale delle vittime e dei caduti trentini nel Primo conflitto mondiale, nel corso della quale interverranno il reggente della Fondazione Campana dei Caduti, ambasciatore Marco Marsilli, il presidente della Provincia autonoma di Trento, Maurizio Fugatti, il sindaco del Comune di Rovereto, Francesco Valduga, il sindaco del Comune di Mitterndorf an der Fischa (Niederösterreich), Thomas Jechne.
Il momento sarà anche l’occasione per riflettere sul tema dei profughi trentini in Austria-Ungheria e in Italia (1914-1919), insieme a Francesco Frizzera, provveditore del Museo Storico Italiano della Guerra.
 
E dopo aver ascoltato i rintocchi di Maria Dolens, alle ore 21.45, sempre presso la Campana dei Caduti, andranno in scena le letture teatralizzate dal titolo «I più che soffrono sono i poveri profughi e se li riguarda come fossero zavorra» a cura del Centro Servizi Culturali S. Chiara.
Le letture saranno interpretate dagli attori Michela Embriaco e Alessio Dalla Costa con gli interventi musicali di Nicola Segatta al violoncello.
 
A seguire, verranno inoltre presentati alcuni progetti di valorizzazione del patrimonio storico della Prima guerra mondiale in Trentino, che vedranno coinvolte la Rete Trentino Grande Guerra e la rassegna Sentinelle di Pietra.
Nel corso del dibattito interverranno Giuseppe Ferrandi, direttore generale della Fondazione Museo Storico del Trentino, e Francesco Frizzera, provveditore del Museo Storico Italiano della Guerra.
Per avere ulteriori informazioni visitare i siti www.museodellaguerra.it e www.museostorico.it

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni

I miei cammini

di Elena Casagrande