Home | Arte e Cultura | Spettacoli | Dave Douglas e Mountain Passages, un grande ritorno

Dave Douglas e Mountain Passages, un grande ritorno

I Suoni delle Dolomiti hanno celebrato il ritorno del grande trombettista americano

image

>
È stato il pubblico delle grandi occasioni, e dai grandi numeri, oltre 2.500 cuori uniti da amore per natura e musica, a colorare l’anfiteatro naturale di rocce vulcaniche ai Laghi di Bombasél, Val di Fiemme, per il concerto di Dave Douglas.
Un pubblico, quello dei Suoni delle Dolomiti, che ha stretto un patto di fedeltà concerto dopo concerto e che non tradisce mai gli appuntamenti importanti, come quello di oggi.



Qualcuno è giunto lassù percorrendo fino a 500 chilometri con sveglia all'alba pur di non perdersi nemmeno una nota.
E poi c'è la protagonista, la musica, che quando ha spessore non ha età ed è sempre attuale. Così il ventennale di Mountain Passages, composto da Douglas nel 2003 proprio per I Suoni delle Dolomiti ha giocato con il sole che faceva nascondino con le nuvole di passaggio ed è volato nel vento, che a momenti si è alzato scherzoso, con freschezza attuale e senza tempo.
 

 
Lunghi applausi di commiato sono stati profusi dal pubblico, e applausi altrettanto spontanei anche per ognuno dei 13 brani suonati dalla formazione con cui vide la sua prima, Mountain Passages: Michael Moore, Peggy Lee, Marcus Pojar e Dylan Van Dar Schyff, di nuovo insieme e guidati da Douglas.
L'una nell'altra si sono inanellate l’intensa Family of the Climber o la scherzosa Gnarly Schnapps, e poi via via gli altri brani con lo struggente Palisades o Burry Me Standing, un’estatica riverenza in Purple Mountains Man o Off Major.
Spazio all’improvvisazione, infine, nella miglior tradizione jazz, e non è mancato qualche scherzoso momento tutto dedicato al pubblico salito lassù.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni

I miei cammini

di Elena Casagrande