Home | Arte e Cultura | Spettacoli | Pergine Arte Giovane, la giuria incorona «Azioni fuori posto»

Pergine Arte Giovane, la giuria incorona «Azioni fuori posto»

Silvia Dezulian, Martina Dal Brollo, Gabriél Garcia Rojas e Filippo Porro si sono aggiudicati il primo premio del concorso per giovani creativi

image

>
Si è conclusa ieri sera con la premiazione in Piazza Fruet la quarta edizione di Pergine Arte Giovane, il concorso per giovani artisti del Trentino Alto Adige promosso dal Comune di Pergine e ospitato all'interno di questa 44ma edizione di Pergine Festival.
I 12 progetti - che spaziavano tra la pittura digitale e l'installazione site-specific, tra l'arte visiva e le arti performative - sono stati selezionati dai rappresentanti degli enti promotori insieme a Dora Bulart, curatrice a cui è affidata per l’edizione 2019 la direzione artistica del concorso e che si è occupata di guidare i giovani artisti negli allestimenti delle opere.
 
La giuria (foto in alto) - composta da Elisa Bortolamedi (Assessora alla Cultura del Comune di Pergine), Paolo Vivian (artista), Roberto Rinaldi (giornalista/critico teatrale Rumorscena), Claudia Gelmi (coordinatrice MAG - Museo Alto Garda) e Marco Segabinazzi (curatore della rassegna Musica Macchina - Centro Santa Chiara) - si è espressa ieri sera decretando i vincitori.
 
«Azioni fuori posto», con il loro lavoro Oltrepassare - un'azione performativa in urbana che unisce danza, scultura e suono - si sono aggiudicati il primo premio da parte della giuria che ha espresso così le sue motivazioni: «per il valore della ricerca espressiva corporea-poliscenica e del lavoro sull'impatto estetico visivo sugli oggetti, per la qualità dell'azione sul versante tecnico sonoro e per la ricerca teorica approfondita che si evidenzia nel risultato finale».
 
Una menzione speciale è stata poi riconosciuta a Gaspare Gianduia Grimaldi e alla sua opera Emotiva tranquillità, «per la consapevolezza del linguaggio artistico e per la maturità dimostrata nell'utilizzo della tecnica espressiva raggiunta, soprattutto in relazione alla giovane età».
 
Si è chiusa così un'edizione di successo del concorso, che si è presentato quest'anno completamente rinnovato nel formato con l'obiettivo di valorizzare le giovani eccellenze artistiche del territorio, stimolando i creativi a una riflessione sullo spazio urbano: la città come spazio dello spirito collettivo e punto d’incontro, dove il dialogo ancora è possibile.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni