Home | Arte e Cultura | Spettacoli | A Pergine Festival arrivano i funghi di Yao Liao

A Pergine Festival arrivano i funghi di Yao Liao

Da domani mercoledì 10 luglio fino a sabato 13 per le vie della città si aggireranno i funghi dell'artista di origini taiwanesi Yao Liao «By mushroom»

image

Photo by I-shun Lee (particolare, intera a pié di pagina).

Dopo un fine settimana dedicato al teatro, la programmazione di Pergine Festival torna a riempire le strade e le piazze con un altro progetto vincitore del «bando open /// creazione [urbana] contemporanea 2019», che quest'anno ha visto lavorare il Festival di Pergine in rete con alcune realtà del panorama nazionale.
Il bando è infatti promosso da Pergine Spettacolo Aperto/Pergine Festival con il sostegno di Zona K (Milano), In\Visible Cities (Gorizia), Contaminazioni digitali (Cormons) e Indisciplinarte/Ternifestival (Terni) per promuovere la messa in rete di competenze e supporti economici a sostegno della creazione contemporanea nel campo delle arti performative, architettoniche e delle nuove tecnologie per lo spazio pubblico.
Per la sezione «ospitalità» del bando, dopo l'onirico «Still Night» del duo Berlin, Nevada, che ha trasformato Pergine in una delle città invisibili di Italo Calvino, arriva in prima nazionale a Pergine «By Mushrooms», dell'artista di origini taiwanesi e di base a Berlino Yao Liao.
 
By Mushrooms intende esplorare il rapporto tra chi guarda e chi viene guardato, utilizzando la performance come espediente per una riflessione sullo spazio pubblico e sulle relazioni che si possono innescare per le strade, nella quotidianità della città che la ospita.
Gli spettatori indosseranno dei buffi copricapo a forma di fungo porcino, diventando così loro stessi un'immagine surreale e inizieranno a camminare guidati da una voce attraverso le strade della città. Il pubblico diviene così protagonista, gli spettatori si fanno attori, la città si trasforma in spazio performativo e la partecipazione diventa diffusa.
By mushrooms sarà per le vie di Pergine da domani mercoledì 10 luglio fino a sabato 13 luglio con due partenze ogni giorno alle 19 e alle 20.30 da Sala Maier (piazza Serra, 14).
 
Nato a Taipei nel 1983, Yao Liao si appassiona al teatro già dall'adolescenza. Si laurea in Pratica Teatrale e Drammatica alla National Taiwan University of Arts e si specializza in seguito in design teatrale.
A 28 anni si trasferisce a Londra, dove si lascia ispirare dal multiculturalismo e dalla grande capacità della città di lasciar esprimere le più disparate forme d'arte.
Dopo un master in Performance Design and Practice, si specializza nella pratica teatrale immersiva e nell'arte performativa e sviluppa la convinzione che l'arte debba essere più che mai autentica, definendosi per questo «un ribelle del teatro».
Yao ora vive a Berlino e By mushrooms è la sua ultima creazione.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni