Home | Arte e Cultura | Spettacoli | All'alba del 20 luglio voci e musica per una promessa di pace

All'alba del 20 luglio voci e musica per una promessa di pace

«I Suoni delle Dolomiti», appuntamento sabato (alle ore 6) sul Col Margherita sopra Passo San Pellegrino

image

Foto del concerto del 2014.
 
I primi raggi di sole che toccheranno il Col Margherita in val di Fassa - da qualche anno palcoscenico ideale per salutare il passaggio dalla notte al giorno dai suoi 2.560 metri di quota - permetteranno al pubblico di guardare con animo diverso le tante cime che si levano attorno, portando con sé anche le memorie e i segni di quello che fu un durissimo teatro di scontri, luogo di fortificazioni e per anni casa e trincea per moltissimi soldati durante la Prima Guerra mondiale.
Il tutto grazie a un progetto espressamente ideato per I Suoni delle Dolomiti e che riunisce attorno a un'idea di Mario Brunello e Alessandro Baricco, l'apporto di numerosi artisti come Neri Marcorè, Marco Rizzi, Regis Bringolf, Danilo Rossi, Mario Brunello, Florian Berner, Gabriele Ragghianti, Ivano Battiston, Signum Saxophone Quartet.
Saranno loro a interpretare le parole del soldato Alessandro Silvestri e le musiche di Giovanni Sollima - tra cui «Diaspora» composta appositamente per questa occasione, - Malek Jandali e Arisha Samsamina che sono il cuore di «E intanto si suona».
 
«E intanto si suona» è una sorta di racconto corale e orchestrale che affronta il tema della musica, della guerra e della pace, e che narra come la musica sia stata e sia ancora una forma di resistenza e una promessa di pace.
Lo spunto per quello che si presenta come un vero e proprio viaggio nel Secolo breve dall'inizio del Novecento fino ai giorni nostri sono – come accennato sopra – le parole che il soldato Alessandro Silvestri ha affidato ormai 100 anni fa ai propri diari, cinque in tutto, segnati da una calligrafia fitta, scritti a matita che aveva spedito a casa mentre era al fronte, tutti eccetto il quinto, riportato con sé tornando dal campo di prigionia di Belgrado.
La musica è per lui ancora di salvezza nella bestialità della guerra e qui diventa occasione per seguire vicende personali e collettive, per muoversi tra parole e suoni e per tornare, o meglio andare, là dove la parola guerra non è un semplice ricordo ma è ancora drammatica realtà dove le note si confondono con il rumore assordante di spari ed esplosioni.
 
 Come si raggiunge il luogo del concerto 
Il luogo del concerto è raggiungibile dal Passo San Pellegrino con la funivia Col Margherita aperta per l’occasione dalle ore 3 alle 6 (portata oraria 1.300 persone) e quindi a piedi per 20 minuti (dislivello 100 metri in discesa, difficoltà E).
Il parcheggio alla partenza degli impianti verrà aperto alle 2.45 del mattino.
I biglietti della funivia (venduti per l’occasione a € 10 A/R) possono essere acquistati in prevendita dall' 11 luglio presso la cassa dell’impianto e gli Uffici Turistici di Moena.
 
 Escursione con le Guide Alpine 
È possibile partecipare a un'escursione con le Guide Alpine del Trentino al termine dell'evento con itinerario che dal luogo del concerto segue il segnavia nr. 628 e attraverso forcella della Vallazza, forcella Juribrutto e Col dalle Palue riporta a Passo San Pellegrino.
Durata ore 3 di cammino, dislivello in discesa 650 metri in discesa, difficoltà E.

Partecipazione a pagamento prenotando presso le Guide Alpine Dolomiti Val di Fassa al numero 339 6938726 e gratuita e fino ad esaurimento posti, per i possessori di Val di Fassa Card con prenotazione obbligatoria da attivare recandosi presso gli uffici Apt di valle; Trentino Guest Card on prenotazione obbligatoria sul sito visittrentino.info/card o al numero 0462 609770.
 
In caso di maltempo il concerto verrà recuperato alle ore 17.30 al Teatro Navalge di Moena.
 I biglietti per l'accesso in sala sono in distribuzione fino ad esaurimento posti dalle ore 15.30.
 
Un'iniziativa APT Val di Fassa - Trentino Marketing.
Un ringraziamento speciale al Comune di Falcade per la collaborazione
Info: +39 0462 609770 - www.fassa.com - www.isuonidelledolomiti.it

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Storia dell'Autonomia

di Mauro Marcantoni

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone