Home | Arte e Cultura | Cinema - TV | L’Alto Adige sul red carpet di Venezia

L’Alto Adige sul red carpet di Venezia

Leonardelli: «Giochiamo in un campionato in cui nessuno avrebbe immaginato di vederci fino a qualche anno fa»

image

>
L’Alto Adige come location cinematografica sta avendo in questi giorni importate visibilità alla Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia.
Sono due i film sostenuti dall'Alto Adige che possono essere visti alla 76a edizione della Biennale, inaugurata ieri.
Sole di Carlo Sironi è in concorso oggi nella sezione Orizzonti, mentre Effetto domino di Alessandro Rossetto sarà presentato il 2 settembre nella sezione Sconfini.
Entrambi i progetti sono stati finanziati dal Fondo provinciale per le produzioni cinematografiche e televisive gestito da IDM Alto Adige.
Ma il successo dei film legati all’Alto Adige non si ferma a Venezia. I registi altoatesini hanno riscosso ampio apprezzamento anche ai festival di Toronto e Locarno.
 
IDM è molto soddisfatta della forte presenza alla Biennale: «Il fatto che due film sostenuti dall'Alto Adige siano presentati in un festival cinematografico di questa portata dimostra che nella scelta dei progetti da finanziare, si guarda con grande attenzione alla qualità, ma anche che l'Alto Adige, come location cinematografica, può ora competere a livello internazionale.
«Giochiamo in un campionato in cui nessuno avrebbe immaginato di vederci fino a qualche anno fa», – sottolinea Vera Leonardelli, responsabile del dipartimento Business Development di IDM, che include anche il reparto Film Fund & Commission.
 
Sole di Carlo Sironi, prodotto da Kino produzioni con Rai Cinema in coproduzione con Lava Films, è stato sostenuto da IDM per la pre-produzione.
Il film racconta la storia di Ermanno, un piccolo criminale e di Lena, ragazza incinta venuta in Italia per vendere la bambina che porta in grembo agli zii di Ermanno.
La bimba, Sole, però, nasce prematura, e deve essere allattata al seno: se Lena cerca di negare il legame con la figlia, Ermanno inizia a prendersi cura di loro come se fosse il vero padre. Autori dell’opera sono Carlo Sironi, Giulia Moriggi e Antonio Manca.
 
Il regista Alessandro Rossetto è co-autore assieme a Caterina Serra di Effetto domino. Il film, prodotto da Jolefilm e Rai Cinema, ha ricevuto da IDM un finanziamento alla produzione e gran parte della post-produzione è stata realizzata in Alto Adige.


 
 La trama 
In una città termale che resiste al turismo di massa, un costruttore e il suo socio avviano l’ambizioso progetto di trasformare venti alberghi abbandonati in residenze di lusso per pensionati facoltosi.
La mancanza di sostegno finanziario da parte delle banche e degli investitori innesca tuttavia un effetto domino nel loro destino che sovverte per sempre la realtà.
IDM utilizza la doppia apparizione cinematografica a Venezia per focalizzarsi ancora di più sul Fondo provinciale per le produzioni cinematografiche e televisive.
Nella sezione «Spazio Cinecittà» del Festival presso l'Hotel Excelsior, la location cinematografica altoatesina si presenta ai professionisti - soprattutto produttori e registi - e utilizza quindi questo importante punto d'incontro per networking e colloqui professionali.
 
I film sostenuti dal Fondo altoatesino, oltre ad essere presenti in Laguna, hanno riscosso ampio apprezzamento anche in altri appuntamenti di settore internazionali.
Nuno Escudeiro, diplomatosi alla ZeLIG, ha di recente vinto con The Valley - prodotto dalla bolzanina Miramonte Film, - l’«Emerging International Filmmaker Award» al rinomato Festival internazionale del cinema Hot Docs di Toronto.
E la bolzanina Maura Delpero è stata premiata al Locarno Film Festival per il suo Maternal.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Storia dell'Autonomia

di Mauro Marcantoni

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone