Home | Arte e Cultura | Cinema - TV | Luca Ferrario alla vicepresidenza di Italian Film Commission

Luca Ferrario alla vicepresidenza di Italian Film Commission

Il responsabile dell’Area di Trentino Sviluppo è stato riconfermato per un nuovo mandato nel board nazionale. La priorità: fare sistema e promozione all’estero

Si rafforza il ruolo di Trentino Film Commission nel panorama nazionale.
Ne è prova la recente riconferma di Luca Ferrario, responsabile dell’Area Film Commission di Trentino Sviluppo, alla vicepresidenza di IFC, l’associazione che raggruppa tutte le Italian Film Commissions.
Un risultato che premia l’impegno dello staff attivo nella promozione del Trentino come terra di cinema e produzioni televisive, con ricadute positive in termini di attrazione di investimenti, turismo, crescita professionale degli operatori del settore e impiego delle maestranze locali.
Ma anche l’avvio di progetti innovativi quali T-GREEN FILM, lanciato nel 2017, che fa del Trentino il primo fondo regionale in Europa che premia e certifica le produzioni cinematografiche che lavorano nel rispetto dell’ambiente.

Buone notizie dall’assemblea delle film commission italiane.
Dopo la prima elezione avvenuta nel 2017, Luca Ferrario è stato confermato vicepresidente dell’associazione, accanto alla nuova presidente Cristiana Priarone, direttrice generale di Roma Lazio Filmcommission e dell’altro vicepresidente Paolo Manera, direttore della Filmcommission Torino Piemonte.
La sinergia tra i territori è emersa come massima priorità del nuovo board, al fine di affrontare le nuove sfide globali del settore e attrarre nuovi operatori internazionali verso l’Italia.

«La conferma per un secondo mandato da parte dei colleghi – commenta Luca Ferrario, responsabile dell’Area Film Commission di Trentino Sviluppo – mi fa ancora più piacere della prima elezione: la leggo come un apprezzamento del lavoro fatto.
«Ci sono molti fronti aperti su cui vorrei continuare a lavorare specialmente per quanto riguarda la coesione delle varie realtà regionali e la continua formazione degli staff delle singole film commission.»

Il ruolo dell’associazione nazionale è strategico e si sviluppa in diversi ambiti, come la promozione internazionale del territorio italiano, l’attrazione di nuove produzioni, i rapporti con il Ministero e la partecipazione congiunta ai principali eventi del settore audiovisivo. Tra questi c’è l’European Film Market del Festival di Berlino in programma dal 20 febbraio, dove la Trentino Film Commission sarà presente insieme alle altre film commission italiane nell’Italian Pavilion, realizzato con il contributo del MIBACT-Ministero per i beni e le attività culturali, Agenzia ICE, Istituto Luce Cinecittà e il supporto di ANICA.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni