Home | Arte e Cultura | Musei | Un fine settimana di eventi culturali a Valdaone

Un fine settimana di eventi culturali a Valdaone

Apre la nuova esposizione del Museo della Grande Guerra – Al via anche il sesto Simposio del Legno di Praso

image

>
Doppio appuntamento con l'arte e la storia a Valdaone questo fine settimana: dopo due anni di lavoro silenzioso e costante, l'associazione Museo Grande Guerra in Valle del Chiese è pronta ad aprire al pubblico la nuova esposizione allestita al piano terra dell’edificio dell’ex municipio di Bersone.
E il fine settimana alle porte è anche quello di un altro ritorno, quello artistico del sesto Simposio del Legno di Praso che, oltre alla rassegna scultorea, inaugura anche una mostra e per il fine settimana dal 28 al 30 giugno un corso intensivo di scultura base.


 
 Una terra di sculture 
L'associazione La Busier di Praso è in grande fermento per il momento più emozionante dell'anno, quello in cui il profumo della segatura e il rumore degli scalpelli riempiranno l'aria del borgo: domenica 23 giugno, alle 20 alla Scuola del Legno di Praso, ci sarà infatti l'inaugurazione della mostra dei lavori realizzati durante i corsi della prestigiosa accademia scultorea locale e da martedì inizierà il Simposio del Legno con l'arrivo degli artisti selezionati per questa edizione.
Il tema di quest'anno dell'affermata manifestazione, che gli scultori sono chiamati ad interpretare, è «Il risveglio della natura».
 
Dal suo significato più letterale, nel rigoglioso paesaggio che vanta Valdaone, a quello simbolico di un nuovo inizio e un'avventurosa scoperta di orizzonti inesplorati.
Gli artisti scolpiranno le loro creazioni sul territorio dando vita ad un laboratorio d'arte a cielo aperto, in uno scambio continuo con gli allievi della scuola del legno e con il pubblico che potrà assistere, e non è cosa da tutti i giorni, alla nascita di un'opera d'arte in diretta.
Gli scultori di quest'anno sono Teresa Bonaventura, Giulio Cerbella, Inma Garcia, Simone Carole Levi, Paolo Modenese, Daniela Romagnoli.
 

 
 I segni della grande guerra 
È un momento da tempo atteso a Valdaone: sabato e domenica riapriranno gli spazi espostivi, interamente rinnovati, del Museo Grande Guerra Valle del Chiese.
Due anni di lavoro da parte dei volontari dell'associazione guidata dal presidente Francesco Bologni, appassionato di storia locale e custode dei cimeli della Prima Guerra Mondiale, culminati oggi nella posa e allestimento delle nuove vetrine e dei nuovi arredi che ospitano i delicati e preziosi cimeli di un conflitto che ha lasciato profondi segni sul territorio chiesano.
 
L'apertura del Museo è solo l'inizio: per il futuro i volontari pensano già a serate a tema e momenti di approfondimento storico, attività didattiche per le nuove generazioni e anche all'allestimento di una piccola biblioteca tematica e di un archivio con documenti e materiale iconografico.
Un presidio importante della cultura e delle radici storiche locali che il comune di Valdaone ha voluto sostenere mettendo a disposizione le sale al piano terra dell'edificio che ospitava l'ex comune di Bersone.
L’appuntamento per l’inaugurazione ufficiale è quindi a Bersone sabato 22 giugno alle 17; mentre domenica, alle 10, è previsto un laboratorio didattico dedicato ai bambini.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Storia dell'Autonomia

di Mauro Marcantoni

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone