Home | Arte e Cultura | Teatro | Quattro belle serate a Teatro con un simpatico «Rompiballe»

Quattro belle serate a Teatro con un simpatico «Rompiballe»

«Il Rompiballe» di Francis Veber sarà in scena giovedì 13 febbraio a Mezzolombardo, venerdì 14 a Tione, sabato 15 a Brentonico e domenica 16 a Ledro

Un testo comico di consolidato successo (in teatro e anche al cinema) e un’affiatata coppia di attori-registi. Nicola Pistoia e Paolo Triestino tornano a lavorare insieme alle prese con «Il Rompiballe», un’esilarante commedia che frequenterà per quattro giorni i palcoscenici trentini su invito del Coordinamento Teatrale, che ha inserito questo spettacolo nel calendario delle Stagioni di Mezzolombardo, Tione, Brentonico e Ledro.
«Il Rompiballe» è una scrittura teatrale di Francis Veber, giornalista, romanziere, ma anche regista, sceneggiatore e produttore cinematografico francese.
Nelle sue opere è ricorrente, tra i protagonisti, il personaggio di François Pignon, una sorta di maschera comica che ritroviamo anche in questo testo che la compagnia Artisti Associati presenta nella traduzione di Filippo Ottoni con la regia realizzata, in accoppiata, da Nicola Pistoia e Paolo Triestino.
 
L’intreccio della commedia è travolgente: Francois Pignon, aspirante suicida per amore (Nicola Pistoia) e uno spietato sicario (Paolo Triestino) si trovano a occupare due stanze comunicanti in un hotel: il primo per porre fine ai suoi giorni e il secondo per porre fine ai giorni di qualcun altro, sparando dalla finestra della stanza.
Ma il suo piano sarà sconvolto, appunto, dal «rompiballe» suicida.
Attorno ai due protagonisti ruotano altre quattro figure magnificamente tratteggiate dall’autore: l’ex-moglie dell’aspirante suicida (Loredana Piedimonte), il nuovo compagno della medesima (Antonio Conte), il cameriere dell’Hotel (Matteo Montaperto) e uno stravagante poliziotto (Alessio Sardelli). 
Tra risate e colpi di scena, lo spettacolo riafferma il talento di Veber nel costruire commedie mai banali, capaci di regalare emozioni e grande divertimento. L’azione si sviluppa all’interno (e in qualche momento anche all’esterno) di una scenografia progettata da Francesco Montanaro; Lucrezia Farinella ha realizzato invece i costumi e Alessandro Nigro il disegno delle luci.
 
«Il Rompiballe» è un grande successo teatrale, ma anche cinematografico, in quanto dalla pièce di Francis Veber è stato tratto nel 1973 l’omonimo film diretto da Édouard Molinaro con Lino Ventura nella parte del killer e un sorprendente Jacques Brel in quella di Pignon.
Otto anni più tardi è uscito nelle sale anche un remake hollywoodiano dal titolo Buddy Buddy, diretto da Billy Wilder con Jack Lemmon e Walter Matthau.
Giovedì 13 febbraio il sipario del Cinema Teatro S. Pietro di Mezzolombardo si alzerà su «Il Rompiballe» alle ore 21.00.
Lo spettacolo sarà poi in scena venerdì 14 al Cinema Teatro Comunale di Tione, sabato 15 al Teatro Monte Baldo di Brentonico e domenica 16 al Centro Culturale di Locca nel comune di Ledro, sempre con inizio alle 21.00.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni