Home | Arte e Cultura | Vita e Società | Il giornale L’Adige ha compiuto 70 anni

Il giornale L’Adige ha compiuto 70 anni

Anche il vicepresidente Tonina ha reso omaggio al giornale e al suo fondatore Flaminio Piccoli: «Uniti dall’impegno per il diritto all’informazione e la democrazia»

image

>
Il vicepresidente della Provincia autonoma Mario Tonina ha partecipato ieri sera alla cerimonia per i 70 anni del quotidiano l’Adige in cui si sono voluti celebrare, seppure con un anno di ritardo a causa della pandemia, i 20 anni dalla morte del fondatore del giornale, Flaminio Piccoli.
Durante l’evento, tenutosi nella sede del quotidiano in via Missioni Africane, è stato poi svelato un bassorilievo in bronzo in onore dello stesso Piccoli, sistemato a fianco di quello, già presente in sede, di un altro grande trentino, Alcide Degasperi.
Alla cerimonia erano presenti i familiari di Flaminio Piccoli, l’editore onorevole Michl Ebner, il direttore Alberto Faustini e la redazione.
 
Dopo aver ribadito la solidarietà personale e della giunta per le scritte ingiuriose subite dal quotidiano nei giorni scorsi, il vicepresidente Tonina ha voluto sottolineare come «la cerimonia celebri al tempo stesso la memoria di una personalità che ha segnato in maniera indelebile la storia dell’Italia e della nostra terra e i primi 70 anni di vita di uno dei pilastri dell’informazione trentina, il quotidiano L’Adige, che a Flaminio Piccoli, come noto, deve moltissimo».

Per il vicepresidente Tonina infatti l’occasione «è quindi particolarmente ricca di significati: da un lato i valori dell'impegno civile e politico dell’onorevole Piccoli, che sono poi i valori della comunità trentina, in seno alla quale era cresciuto, dall’altro l’importanza, fondamentale per la democrazia, del diritto all’informazione, un diritto nel quale Piccoli credeva così profondamente da avere dedicato al giornalismo una parte della sua vita e del suo impegno civile.
«Ricordare Flaminio Piccoli in questa occasione e in tempi di pandemia consente di ripercorrere una storia di riscatto e di fiducia nel futuro, un esempio di come attraverso la volontà, il lavoro e la dedizione si possono superare periodi di grande difficoltà.
«Significa anche ricordare una figura che ha saputo muoversi in molti ambiti diversi, forte di quella capacità di visione che era propria anche di un altro grande politico italiano, come lui di origini trentine, Alcide Degasperi.»
 
Per il vicepresidente Tonina, infine, «la biografia di Piccoli è indicativa di una capacità di muoversi in mondi diversi che l’onorevole Piccoli conserverà tutta la vita, ma che mi sembra essere anche una delle caratteristiche del giornale L’Adige, un quotidiano che segue con la professionalità e la passione - che ben conosciamo - le vicende locali, ma che, con molte sue autorevoli firme, offre spesso ai lettori spunti preziosi per decifrare anche le grandi questioni della politica nazionale e internazionale, comprese quelle dell’ambiente, che a me stanno particolarmente a cuore, ad esempio quelle dibattute in questi giorni alla Cop 26 di Glasgow e quelle trattate nell’approfondimento Trentino green

Flaminio Piccoli era nato il 28 dicembre 1915 a Kirchbichl, nel Tirolo austriaco, dove la sua famiglia era stata evacuata in seguito allo scoppio della Grande guerra con l’Italia.
È stato un politico italiano due volte segretario della Democrazia Cristiana e anche presidente del partito, presidente dell'Internazionale democristiana, deputato, senatore, Ministro delle partecipazioni statali e parlamentare europeo.
L'impegno politico di Flaminio Piccoli si estrinseca nel giornalismo: nell'agosto 1945 fonda Il Popolo Trentino, che nel 1951 assume il nome de L'Adige.
Dopo una lunga esperienza giornalistica diviene segretario generale della Federazione internazionale dei giornalisti cattolici e per lunghi anni presidente dell'Unione della stampa cattolica italiana.
Muore a Roma l'11 aprile del 2000 e viene sepolto al Cimitero Monumentale di Trento.
Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni

I miei cammini

di Elena Casagrande