Home | Eventi | Cambiamenti climatici, quali rischi? Che fare? Se ne parla domani

Cambiamenti climatici, quali rischi? Che fare? Se ne parla domani

L' appuntamento è per il pomeriggio di martedì 15 marzo, a Trento, presso il Consorzio dei Comuni trentini

Un tema di stretta attualità quello su cambiamenti climatici e mitigazione dei rischi naturali.
Un tema che viene affrontato domani in un incontro previsto alle 14.30 presso la sede del consorzio dei Comuni Trentini in via Torre Verde 23 a Trento.
Si tratta del Sesto evento interregionale di «F:ACTS! - Forms for: Adapting to Climate Change through Territorial Strategies», il progetto europeo all'interno del programma Interreg. IVC finanziato attraverso il Fondo per lo Sviluppo Regionale di cui l'Uncem è partner, con il Consorzio dei Comuni trentini coinvolto nel progetto quale organismo rappresentativo dell' UNCEM in sede locale.

Il focus dell' iniziativa sono i cambiamenti climatici e la mitigazione dei rischi che ne derivano.
Si parte dall'analisi delle buone pratiche, sia nel nostro Paese che in altre realtà europee, proponendosi di individuare, insieme agli Enti locali sul territorio, i modelli migliori per un'economia a basso tenore di carbonio.

Il Progetto FACTS mira ad approfondire il tema della resilienza intesa come l'attitudine di un sistema naturale ed antropico a prepararsi per mitigare, ridurre e reagire alle emergenze e, in questo caso alle emergenze naturali causate dai cambiamenti climatici che investono tutto il mondo.

Entrando nello specifico, le tradizionali risposte al problema delle alluvioni, in particolare il costante innalzamento delle arginature, non sono più percorribili, anche per le caratteristiche che gli stessi fenomeni di piena hanno assunto negli ultimi anni.
Per questo si punta ad interventi che siano in grado favorire la laminazione delle acque, agendo sulla morfologia degli alvei o con strutture ex novo come le casse di espansione.

Un incontro che dunque richiama fortemente il tema della Green economy e delle energie rinnovabili, temi sui quali Uncem è impegnata ormai da tempo e che hanno trovato piena formulazione nel XV Congresso dell'Unione organizzato proprio a Trento nel febbraio 2010.

Tra i relatori, oltre al Presidente del Consorzio dei comuni Marino Simoni, al Capo progetto Uncem Marco Iachetta e al Presidente di Uncem Enrico Borghi, è prevista la presenza di delegati provenienti da Olanda, Spagna, Portogallo, Belgio, Bulgaria Lituania, Grecia. La delegazione è infatti composta da circa 30 persone coinvolte a diverso titolo nel progetto.Particolarmente attesi gli interventi del Responsabile del progetto, l'olandese Frank Van Holst, le relazioni della rappresentanza del Ministero dell'Ambiente e del Dipartimento nazionale della Protezione Civile e gli interventi dei rappresentanti delle Organizzazioni e delle Parti interessate a livello locale.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni