Home | Eventi | «Il Volontariato Trentino è un modello di riferimento per l’Europa»

«Il Volontariato Trentino è un modello di riferimento per l’Europa»

Per questo il prefetto Gabrielli ha partecipato a Trento alla giornata della Protezione civile, insieme al presidente Dellai

image

Il 2011 è l'Anno europeo del volontariato. Nel corso dell'anno si svolgeranno in tutta Europa eventi, esposizioni, dimostrazioni dal vivo e altre attività.
Il tour «Conosciamoci», porterà l'Europa più vicino ai volontari, ma porterà anche i volontari più vicino alla società nel suo complesso.

Diventa l'occasione e l'opportunità di presentare i risultati a cui è possibile giungere con l'impegno umano: i volontari al centro e metodi di intervento che raccontano storie uniche per costruire così le basi per un'eredità duratura dell'Anno europeo del volontariato.

Le iniziative accenderanno i riflettori sulla realtà del volontariato negli Stati membri e rappresenteranno un contributo prezioso per le azioni politiche e le iniziative di riforma promosse dall'Alleanza per l'Anno europeo del volontariato, azioni che continueranno a portare i loro frutti ben oltre la fine del 2011.
A testimonianza dell'impegno, le associazioni di volontariato che fanno parte integrante ed insostituibile del sistema di Protezione Civile Trentina, hanno organizzato oggi, in piazza Cesare Battisti, un'intera giornata per incontrarsi e raccontare le proprie esperienze.

All'appuntamento erano presenti il prefetto Franco Gabrielli (nella foto, con Dellai), capo della Protezione civile nazionale, e il presidente della Provincia autonoma di Trento, Lorenzo Dellai.
«L'esperienza trentina - ha spiegato il prefetto - è un modello per tutta Europa. Vedere 700 giovani partecipare al campo estivo dei vigili del fuoco volontari fa capire come in Trentino il volontariato sia un valore fortemente radicato. Non tutti diventeranno vigili del fuoco volontari ma per loro il periodo giovanile significherà acquisire i valori e i riferimenti che serviranno per tutta la vita.»

Anche la Provincia Autonoma di Trento partecipa a pieno titolo alla giornata del volontario, forte della grande tradizione e valore che il volontariato da sempre, rappresenta per il suo essere territorio, popolo e vocazione.
«Il ringraziamento - ha sottolineato il presidente della Provincia autonoma di Trento, Lorenzo Dellai - va alle migliaia di volontari trentini che quotidianamente riservano parte del loro tempo al volontariato. E' una scelta personale che va incentivata e sostenuto. La Protezione civile rappresenta per il Trentino una realtà complessa che in questi anni è cresciuta in qualità e quantità e che ha fatto conoscere la nostra terra, i nostri valori all'esterno in maniera positiva. E' questa la faccia del Trentino che a noi piace ed oggi siamo qui a testimoniare la vicinanza delle istituzioni.»

Il volontariato, per il Trentino è una delle grandi risorse che contribuiscono a renderlo grande, ammirato e particolare Sussidiarietà, partecipazione, sostenibilità, reciprocità, alleanza sono valori di cui ogni cittadino trentino è depositario, sostenuti con forza anche dal Governo provinciale e rappresentano le condizioni che rendono «speciale» la nostra provincia, la sua Autonomia.

Il 2011 vuole essere un anno per rendere omaggio all'opera dei volontari, facilitare il loro lavoro e incoraggiare altri ad impegnarsi al loro fianco.
Il volontariato va a vantaggio di tutti e rinsalda i legami sociali.
Per i volontari, è un modo per dare un contributo alla società, acquisendo al tempo stesso nuove competenze.Il volontariato può assumere molte forme: il 20% circa degli europei dedica una parte del proprio tempo a un'attività di volontariato.

La giornata di oggi ha visto unite le componenti del volontariato della Protezione Civile Trentina, Croce Rossa Italiana (C.R.I.), Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico (C.N.S.A.S.), Nuclei Volontari Alpini (Nu.Vol.A.), Federazione Vigili del Fuoco Volontari, Psicologi per i popoli e Scuola Provinciale Cani da Ricerca e Catastrofe, proprio per promuovere e rafforzare lo spirito del volontariato, trascorreranno tutta la giornata vicino alla gente a cui presenteranno le esperienze e le passioni, sia per far comprendere il grande lavoro che, ogni giorno, donne e uomini offrono alla comunità ma anche per invogliare i giovani a proseguire con la stessa voglia ed entusiasmo questa grande tradizione.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni

I miei cammini

di Elena Casagrande