Home | Eventi | E’ Felipe Gonzàlez il vincitore del premio Degasperi 2012

E’ Felipe Gonzàlez il vincitore del premio Degasperi 2012

La consegna il 5 settembre nell'ambito della Giornata dell'Autonomia

image

Il Premio internazionale Alcide Degasperi, intitolato ai «costruttori dell'Europa», sarà assegnato quest'anno a Felipe González Márquez, il premier spagnolo, già segretario generale del Psoe, sotto il cui mandato la Spagna entrò nel 1986 nella Comunità economica europea.
Istituito dalla Provincia autonoma di Trento nel 2004, in occasione dei cinquant'anni dalla scomparsa dello statista di Pieve Tesino, il Premio, che ha cadenza biennale, è stato assegnato l'ultima volta al premier ceco Vàclav Havel (ed in precedenza a Helmut Kohl, Carlo Azeglio Ciampi e Simone Veil).
 
In questa edizione 2012 la cerimonia avrà luogo il 5 settembre, nell'ambito della Giornata dell'Autonomia.
Felipe González, che ritirerà di persona il Premio  è nato nel 1942.
 
E' stato presidente del Governo spagnolo dal 2 dicembre 1982 al 5 maggio 1996.
È stato inoltre segretario generale del Partito Socialista Spagnolo (Psoe) dal 1974 al 1997.
 
Sotto il suo mandato la Spagna entrò nella Cee, evento che sottolineò anche simbolicamente l'avvenuta transizione della Spagna post-franchista a paese pienamente democratico, pronto a giocare un ruolo nuovo anche sullo scenario internazionale.
La decisione in merito all'assegnazione del Premio viene assunta da una giuria presieduta dal presidente della Provincia autonoma di Trento Lorenzo Dellai.
 
 Per l'edizione 2012 la Giuria, nominata lo scorso 17 febbraio, era così composta
- senatore Giulio Andreotti, presidente onorario della Giuria;
- signora Maria Romana De Gasperi, membro della famiglia De Gasperi;
- prof. Giuseppe Tognon, presidente della Fondazione Trentina Alcide De Gasperi;
- direttore de «Il Corriere della Sera»;
- direttore de «La Repubblica»;
- direttore de «La Stampa»;
- direttore de «Il Messaggero»;
- direttore de «Il Sole 24 Ore»;
- direttore del quotidiano «l’Adige»;
- direttore del quotidiano «Trentino»;
- direttore «Vita Trentina»;
- direttore del TG1;
- direttore del TG2;
- direttore del TG3;
- direttore del TG5;
- direttore del TGR;
- direttore del GR1;
- direttore del TG La7;
- direttore dell’ANSA;
- prof. Paolo Pombeni, con funzioni anche di segretario della Giuria.
 
  Le motivazioni del Premio  
«Felipe Gonzalez è stato uno dei principali protagonisti della transizione della Spagna dalla dittatura alla democrazia. Guida del partito socialista spagnolo dal 1974 è stato attivo in tutto il processo di ricostruzione della Spagna democratica, agendo sempre non solo nell’ottica della sua inserzione nella Unione Europea, ma in quella più ampia di un ritorno della cultura e della tradizione democratica spagnole come presenza significativa della stessa identità europea. Presidente del governo dal 1982 al 1993, in quel decennio così importante per lo sviluppo dello spirito europeo, ha costantemente lavorato per promuovere nel suo paese e nell’Unione i valori di una moderna democrazia sociale, capace di salvaguardare la stabilità politica delle istituzioni coniugandola con una forte attenzione ad uno sviluppo economico sociale che ne costituisca la fondazione.

Sotto la sua guida la Spagna è entrata nell’Unione Europea nel 1986, divenendo rapidamente un protagonista di quel sistema con l’apporto delle sue tradizioni di presenza sulle sponde del Mediterraneo e soprattutto in America Latina. Le celebrazioni nel 1992 delle Olimpiadi a Barcellona e della esposizione universale a Siviglia sottolineavano di fronte al mondo il cammino di reinserimento della Spagna nel contesto della più dinamica comunità internazionale.
Lasciata la presidenza del governo, Felipe González ha continuato la sua attività  dapprima nell’arena parlamentare del suo paese e dell’Europa, poi con posizioni di prestigio nel lavoro politico e culturale che ha svolto sia in istituzioni spagnole sia in istituzioni internazionali.
Per il contributo decisivo che ha dato al reinserimento della Spagna nel contesto di quella Europa delle democrazie al cui sorgere lavorò Alcide De Gasperi, gli è attribuito, per giudizio unanime della giuria, il premio Alcide De Gasperi- Costruttori dell’Europa.»

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni

I miei cammini

di Elena Casagrande