Home | Eventi | Per un evento «da favola»: il festival del gioco sull’Alpe Cimbra

Per un evento «da favola»: il festival del gioco sull’Alpe Cimbra

L’edizione «number one» del Festival del Gioco si terrà dal 27 luglio al 2 agosto a Folgaria, Lavarone e Luserna

Tutto pronto per il Festival del Gioco che si svolgerà dal 27 luglio al 2 agosto 2014 e l'Alpe Cimbra di Folgaria, Lavarone e Luserna darà vita alla prima edizione della goliardica manifestazione.
Lo scopo del Festival è avvicinare gli ospiti delle località alla storia, alla tradizione e alla natura dell'Alpe in maniera divertente, grazie anche all'ausilio di alcuni strumenti meccanici e ai molti sentieri tematici.
Il Festival è marchiato «Open event» in quanto sarà accessibile anche ai portatori di disabilità e i materiali utilizzati saranno «green» ispirati al rispetto dell’ambiente e ai principi pedagogici moderni.
Trento, 24 luglio 2014 – Giochi, eventi, spettacoli, laboratori, il tutto legato da un unico comune denominatore: la fiaba dell'Alpe Cimbra con i suoi personaggi (la streghetta Perti, il folletto Fliflick, e molti altri...), la magia e il suo coinvolgente e affascinante mistero e fascino.
 
E se non fosse solo una leggenda? E se facendo una tranquilla passeggiata a Lusérn ci trovassimo nel sentiero dell'immaginario, dove vive una streghetta? Un percorso dolce di alcuni kilometri dove personaggi delle fiabe, lungo il sentiero, affascineranno i bambini ma senza alcun dubbio anche gli adulti che li accompagneranno.
Far rivivere la Favola dell’Alpe Cimbra con la sua cultura e le sue tradizioni e soprattutto con i suoi personaggi: la streghetta Perti e il folletto Flickflick: questo è lo spirito della prima edizione del Festival del Gioco, voluto e ideato dalla Comunità di Valle e dall’Azienda di Promozione turistica del luogo che per sette giorni, dal 27 luglio al 2 agosto, animerà la montagna di Folgaria, Lavarone e Luserna coinvolgendo grandi e piccini con un programma di attività giornaliere molto ampio e diversificato.
 
E domenica 27 Luglio si terrà la cerimonia di inaugurazione ufficiale del Festival, che sarà allietata da tanta musica e dalla novità dei «giochi in aria» di sicuro divertimento e inattesa sorpresa per grandi e piccini.
L’evento inizierà ad ore 21.00 nella piazza Marconi a Folgaria.
Tante le nuove installazioni d’attrattiva e intrattenimento, quali il gioco delle sfere, che verranno montate tra Folgaria, Lavarone e Luserna – che successivamente all’evento permarranno stabilmente sull’Alpe – tutte ispirate all’utilizzo di materiali naturali (in primis il legno) e ai principi pedagogici moderni.
Perseguendo con convinzione il percorso di accessibilità dell’Alpe Cimbra, il Festival è stato ideato in modo da essere agibile anche alle persone con disabilità.
 
Non a caso l’evento è a marchio «Open Event», consentendo a tutti di partecipare alla quasi totalità delle attività di animazione e ai laboratori.
In occasione del Festival sarà in distribuzione il GiocaLibro e il Kit per i bambini.
 
Tra le attività, vale la pena segnalare:
- 28 e 29 luglio a Lavarone «creiamo una pozione magica con lo stregone Bertold»; Sede centrale: 38122 TRENTO – Piazza Dante, 15 - Tel. 0461 495111 - C.F. e P.IVA 00337460224
- 1 agosto a Luserna sentiero dell’Immaginario con la compagnia teatrale Ideograms di Parma;
- 2 agosto a Lavarone «diventare un Piccolo Casaro con un mini corso di caseificazione».
 
E, infine, per immergersi nella cultura e nelle tradizioni dei Cimbri, una minoranza linguistica ufficialmente riconosciuta e tutelata, Folgaria Lavarone e Luserna apriranno la loro montagna alle famiglie per vivere un’esperienza davvero «da favola».

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni

I miei cammini

di Elena Casagrande