Home | Eventi | Il Festival Tra le Rocce e il Cielo dedicato alle lingue madri

Il Festival Tra le Rocce e il Cielo dedicato alle lingue madri

Le minoranze linguistiche dell’arco alpino e del mondo saranno celebrate il 22 agosto nelll'ambito del festival che si svolge in Vallarsa dal 21 al 24 agosto

Venerdì 22 agosto sarà dedicato interamente alla narrazione delle difficoltà incontrate dai componenti di un’identità etnica minoritaria nell’interfacciarsi con lo stato nazione grazie all’incontro: Identità In Bilico Narrare Il Mondo Con Gli Occhi Delle Etnie Respinte.
La giornata si aprirà al Teatro di Sant’Anna con una tavola rotonda nella mattinata, dalle 9 alle 12.30, coordinata da Annibale Salsa, in cui interverranno numerosi rappresentanti delle minoranze etno-linguistiche dell’arco alpino (cimbri, mocheni, ladini, walser e occitani).
Come suggerisce il titolo, Esclusione-Integrazione: il fluttuare dell’identità lungo il corso dei secoli, il convegno si occuperà di indagare come le identità etniche minoritarie si siano evolute e modificate in risposta alle manipolazioni operate dallo stato nazione e dalle sue politiche sociali.
Interverranno i cimbri Andrea Nicolussi Golo, Vito Massalongo e Hugo Daniel Stoffella, i ladini Werner Pescosta e Fabio Chiocchetti, il mocheno Leo Toller, l’occitana Ines Cavalcanti, la walser Beba Schranz, e Frédéric Spagnoli.
 
Nel pomeriggio, dalle 14 alle 16.30, si terrà il convegno «DIALOGHI, VISIONI, NARRAZIONI. Narrare il mondo con gli occhi delle etnie respinte» coordinato da Riccardo Rella. Sempre al Teatro di Sant’Anna, l’incontro sarà organizzato in forma di dialogo diretto tra il moderatore e gli autori invitati, riprendendo il discorso della mattinata, ma allargandone l’orizzonte al mondo intero.
L’evento si aprirà con il dialogo con il poeta ed ex-monaco tibetano Nodreng, cui seguirà la proiezione del suo documentario THE LEAVING, incentrato sulla vita quotidiana del suo villaggio d’origine.
 
Interverrà Wolftraud de Concini, che racconterà la sua esperienza di tedesca boema, costretta a dover abbandonare il proprio paese d’origine in seguito alle rappresaglie dell’etnia ceca seguite all’occupazione nazista dei sudeti.
Seguirà il poeta curdo Mehmet Altun, che parlerà della sua esperienza di curdo turco e della sua opera poetica.
A chiudere il convegno del pomeriggio sarà il dialogo tra Andrea Nicolussi Golo e la scrittrice armena Antonia Arslan, autrice del libro La masseria delle allodole, dedicato al genocidio armeno del 1915 in Turchia.
Quest’ultimo dialogo introdurrà la visione del film omonimo dei fratelli Taviani, tratto dal libro della Arslan e pluripremiato in numerosi festival cinematografici.
 
L’inizio della proiezione è prevista per le 16.30
Per i più piccoli, nel pomeriggio dalle 14.30, ci saranno, al tendone di Riva di Vallarsa, dei laboratori linguistici per bambini: «UN GIORNO IN OCCITANO e TIBETANO. Gioca a parlare e scrivere nelle lingue d’alta quota.»
Con la collaborazione di Associazione «Chambra D’Oc» e Associazione Italia-Tibet.
La giornata si chiuderà con il concerto del coro 12 canti per 12 lingue, che eseguirà un ricco repertorio di canzoni tradizionali di tutte e 12 le minoranze etniche presenti sul territorio nazionale: albanese, catalana, germanica, greca, slovena, croata, francese, francoprovenzale, friulana, ladina, occitana, sarda.
L’evento inizierà subito dopo cena, alle 21 al tendone di Riva di Vallarsa.
 
La giornata è patrocinata dalla Regione Autonoma Trentino Alto Adige – Sudtirol e dalla Provincia Autonoma di Trento, Ufficio Minoranze linguistiche.
Si ringraziano gli istituti culturali che ci hanno aiutato, mettendo a disposizione le loro preziose competenze, nella costruzione del programma

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni

I miei cammini

di Elena Casagrande