Home | Eventi | Il mito all’asta: chi si aggiudicherà la vincitrice di Le Mans 1967?

Il mito all’asta: chi si aggiudicherà la vincitrice di Le Mans 1967?

Questa Ferrari fu costruita appositamente per le corse automobilistiche di eccellenza ed era capace di erogare oltre 300 cavalli di potenza

image

>
L’anno nuovo inizia con una celebrazione del passato. Il 15 gennaio andrà all’asta e sarà la vettura più attesa dell’evento di Bonhams a Scottsdale la 275 GTB Competizione, undicesimo esemplare dei dodici prodotti dalla Casa di Maranello nel 1966.
Quest’auto era stata costruita appositamente per le corse automobilistiche di eccellenza: rispetto alla tradizionale 275 il telaio era stato alleggerito, i doppi serbatoi ingranditi e il motore rinnovato, capace ora di erogare oltre 300 cavalli di potenza.
 
 Grande palmares
La vettura, telaio 09079, venne venduta al grande appassionato svizzero Georges Filipinetti che la iscrisse sotto le proprie insegne alla 24 Ore di Le Mans del 1967.
La 275 GTB Competizione sbaragliò la concorrenza nella sua categoria fin dalla prima gara, imponendosi con alla guida l’equipaggio svizzero formato da Dieter Spörry e Gianwirco Steinemann.
Due anni dopo arrivò un altro successo di grande prestigio: la 1000 km di Spa-Francorchamps valida per il campionato mondiale marche. Anche in questo caso tutto svizzero l’equipaggio: Jacques Rey, Edgar Berney e Claude Haldi che però fece solo da pilota di riserva.
I due quell’anno vinsero anche la 500 km di Imola, precedendo una coppia di Porsche al termine di un grande duello.
 
 Seconda vita
Dopo avere terminato la carriera agonistica, la vettura cambiò più volte proprietario e a fine anni Ottanta venne restaurata. Il lavoro fu eseguito seguendo le specifiche di costruzione originali, al punto da ottenere la certificazione dal Dipartimento Classiche della Casa di Maranello.
Come vettura da collezione vanta un premio conquistato al prestigioso Concours d’Elegance di Pebble Beach, in California, e proprio in terra statunitense la 275 GTB Competizione ha fatto la sua più recente sfilata: era infatti tra le 60 Ferrari protagoniste a Beverly Hills, Rodeo Drive, per le celebrazioni del 60° anniversario di presenza del Cavallino Rampante in Nord America.
Per lei a Scottsdale sono attesi numeri a otto cifre.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni

I miei cammini

di Elena Casagrande