Home | Eventi | Fiera di San Giuseppe: gran pienone, quasi ressa

Fiera di San Giuseppe: gran pienone, quasi ressa

La giornata era cominciata con la pioggerellina di marzo, ma poi è andata bene

image

>
Si sentiva spesso parlare tedesco, magari con inflessione sudtirolese, alla fiera di San Giuseppe che si è svolta oggi a Trento.
La mattinata non si era presentata bene all’alba, con un nuvolo poco invitante e una pioggerellina di marzo. Ma poi il tempo è diventato giusto per la fiera: non bello per andare a sciare, non pioggia da stare in casa.
A mezzogiorno c’era il pienone, nel pomeriggio la ressa.
A quanto ci è dato sapere, le vendite tradizionali sono andate bene, che sono quelle di fiori e piante e, va da sé, quelle dei prodotti alimentari da consumare sul posto. Porchetta del sud e pasta di lucanica del nord sono state gustate in panini arricchiti con cipolle e peperoni.
Le bancarelle sono state circa 600, ma non sappiamo ancora se tutte hanno avuto il piacere degli acquisti in proporzione alla presenza.
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni

I miei cammini

di Elena Casagrande