Home | Eventi | «La salute delle differenze: valorizzare le diversità di genere»

«La salute delle differenze: valorizzare le diversità di genere»

Martedì 15 dicembre in Regione il convegno della Cgil del Trentino promuove un approccio diverso alla tutela della salute e della sicurezza sul lavoro

Il genere ha un'influenza importante sulla salute degli individui, donne e uomini.
La tutela della salute, come insieme di buone pratiche di prevenzione e cura, non può, dunque, prescindere dalle differenze che esistono tra uomini e donne, sul piano fisiologico e sul piano sociale.
Alcune malattie sono determinate prevalentemente dalle diversità biologiche tra maschio e femmina, su altre patologie, invece, incide in modo marcato lo stile di vita, la cultura, le relazioni sociali e di potere.
Fino a vent'anni fa, però, il modello della medicina era basato esclusivamente sulla figura maschile.
 
Serve, invece, un approccio diverso alla tutela della salute e alla cura delle malattie che tenga conto delle diversità e di come queste possano tradursi, e spesso avviene, in fattori di disuguaglianza tra donne e uomini nell'accesso alle cure e alla prevenzione.
Su questo tema si confronteranno medici, sociologi e psicologi martedì prossimo, 15 dicembre, nell'ambito del convegno «La SALUTE DELLE DIFFERENZE», organizzato da Cgil del Trentino insieme al coordinamento donne dello Spi del Trentino (sindacato dei pensionati).
L'incontro si svolge in sala Rosa, al Palazzo della Regione in piazza Dante, dalle 14,30 alle 19.
«Con questa iniziativa - spiega Claudia Loro, responsabile delle politiche di genere per la Cgil del Trentino – intendiamo promuovere un approccio diverso alla tutela della salute e della sicurezza sul lavoro»
 
Al convegno intervengono Fulvia Signani, psicologa e sociologa della salute che parlerà di «Le differenze di sesso e genere: oltre lo stupore»; il dottor Maurizio Del Greco, primario di cardiologia all'ospedale Santa Maria del Carmine, che parlerà di cardiologia al femminile, mentre Loredana Taddei, responsabile delle Politiche di genere della Cgil, si soffermerà sulla cura delle donne.
Come le differenze di genere diventano un importante strumento per leggere e agire anche sul piano della sicurezza sul lavoro lo spiegherà la sociologa Paola Conti, mentre le ricercatrici Annalisa Murgia e Elisa Bellè illustreranno in anteprima i risultati di uno studio su vulnerabilità e in/sicurezza nel lavoro di cura in Trentino.
Il dibattito proseguirà alle 20.30 alla libreria Einaudi (piazza Mostra 8) con la presentazione del libro Salute bene comune di Fulvia Signani.
Dialogherà con l'autrice Barbara Pancher, professionista della sanità trentina e membro Rsu di Fp Cgil del Trentino.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni