Home | Eventi | Il Gran carnevale di Storo compie i suoi primi 50 anni

Il Gran carnevale di Storo compie i suoi primi 50 anni

Al via il 23 febbraio il più grande d’Europa per i «carri statici»

image

Foto della passata edizione.
 
Il Gran Carnevale di Storo è ormai una tradizione per la valle del Chiese ma anche per l’intera provincia di Trento perché da cinquant’anni si propone come il più pazzo e il più allegro dell’intero Trentino.
Sarà così anche quest’anno con i quattro appuntamenti allestiti dalla Pro Loco di Storo M2: con i grandi carri nelle giornate martedì 29 febbraio e di sabato 4 marzo, con gli appuntamenti dedicati ai più piccoli il 23-25-26 febbraio. Il divertimento è garantito.
Il Carnevale di Storo è il più grande e storico del Trentino ma è anche il Carnevale di carri «statici» più grande d’Europa.
Talmente grandi che ormai è impossibile farli sfilare per le vie del centro storico di Storo.
Di qui la decisione della Pro loco presieduta da Nicola Zontini di allestito un circuito alla periferia della borgata dove è il pubblico che sfila davanti ai carri e di gode lo spettacolo che ogni gruppo propone.
 

 
Ad aprire il calendario sarà il Carnevale dei Piccoli con la Sfilata dei bambini delle scuole d’infanzia e primarie del comune di Storo per le vie del centro storico con inizio alle 14.00.
A seguire ritrovo presso Palazzetto STORO Eventi in località Piane dove è in programma un momento di Intrattenimento con giochi e animazione.
Martedì 29 febbraio (Martedì grasso) sarà l’anteprima del grande spettacolo di sabato 4 marzo quando ci saranno una trentina di carri animati.
In totale saranno impegnati tra gli 800 e o 1.000 figuranti, tutti impegnati a far vincere il proprio gruppo.
Dopo l’esordio di giovedì 23 il programma del carnevale di Storo prevede la serata di disco ospitata sabato 25 nella nuova struttura di proprietà della Pro Loco che permette di fronteggiare le avversità atmosferiche e garantire una ospitalità ottimale.
E poi domenica 26 febbraio il Gran carnevale dei Bambini con la sfilata in maschera per le vie del paese a partire dalle 14.00. E poi giochi, divertimento e tanta musica.
 

 
«Vorrei puntare l'attenzione sulla giornata del 23 febbraio carnevale dei bambini e novità per il 50esimo, – commenta Nicola Zontini, presidente della Pro Loco di Storo M2. – Il primo è un Evento fortemente voluto dalla Pro loco e reso possibile grazie alla disponibilità delle scuole d infanzia e elementari del comune di Storo.
«Grazie quindi ai presidenti ed alle insegnanti del comune, ed al comune di Storo per aver sostenuto l iniziativa. Obbiettivo e speranza  della Pro loco è quello di trasmettere alle generazioni più piccole lo sano spirito del carnevale di Storo.
«E poi uno sguardo al passato. Ricordo anche l’uscita in primavera del libro del 50esimo che di fatto racchiude e ci fa rivivere 50 anni di divertimenti di provocazioni.
«Infine l'apertura della nuovissima struttura Storo E20 proprio in occasione dell’avvio del carnevale, il 23 febbraio.»
 

 
Caratteristica del Gran carnevale di Storo è la chiusura posticipata rispetto alle tradizionale giornata delle Ceneri.
È in calendario sabato 4 marzo 2017 con un programma pregno di divertimento: Ore 14.30 Seconda grande esibizione dei carri allegorici e gruppi mascherati lungo il classico percorso ad anello; Ore 17.00 Chiusura spettacoli presso il «PalaCatta» nel piazzale caserma VVF con degustazione della tipica polenta CARBONERA, l’Intrattenimento disco con Dj Catta e Alex the Voice; quindi alle 21.00 il Gran Ballo Mascherato presso la struttura E20 in località «Piane» con la Musica live della Cover Band Exes.
Ultimo atto alle Ore 24.00 con la proclamazione dei vincitori e le premiazioni dei carri e dei gruppi che hanno partecipato al Gran Carnevale di Storo 2017 e l’assegnazione del Trofeo Gran Carnevale e del Trofeo Hermann.
A chiudere L’estrazione della Lotteria.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni

I miei cammini

di Elena Casagrande