Home | Eventi | Il «Raduno internazionale degli arrotini» è stato un successo

Il «Raduno internazionale degli arrotini» è stato un successo

A Spiazzo… «È arrivato l’arrotino!»: convegni, sfilate e mostre per 2.000 persone

image

>
A Spiazzo… «È arrivato l’arrotino!»
A ritmare il weekend nel piccolo borgo della Val Rendena è stata infatti l’edizione zero del «Raduno internazionale degli arrotini».
Una manifestazione che ha visto gravitare in paese più di 2.000 persone tra «moleta», ospiti e visitatori.
Due giorni di attività e proposte che sono culminati questa mattina in una lunga, colorata e rumorosa sfilata che si è snodata tra le vie dei paesi di Mortaso, Borzago e Fisto.
 
Allo stesso tempo un’occasione per riaccendere i riflettori su una professione che, nel recente passato, ha permeato molte comunità trentine e non solo grazie ai convegni che, sabato, hanno animato la palestra di Spiazzo.
Spazio anche alle mostre tra cui una piccola parte della «Collezione di Coltelli» di Aldo e Edda Lorenzi della coltelleria dei Lorenzi, aperta nel 1929 in Via Montenapoleone a Milano.
Cuore pulsante dell’iniziativa sono stati la palestra del polo scolastico di Spiazzo - Istituto Comprensivo Val Rendena e il piazzale antistante al polo della Protezione civile.
 

 
A dimostrare il grande interesse suscitato dall’iniziativa stanno sicuramente le adesioni e gli attestati di stima raccolti dagli organizzatori con arrotini giunti da molte regioni italiane, come ad esempio Lombardia, Friuli e Molise, e dall’estero Australia, Stati Uniti e Europa.
Momento clou del fine settimana è stata la grande sfilata che, nella mattinata di oggi, sulle note del Corpo Musicale di Vigo-Darè ha attraversato il comune.
Ad accompagnare gli arrotini e le loro mole, molti tra autorità e figuranti. Un plauso all’iniziativa è arrivato anche dal vescovo, monsignor Lauro Tisi che ha ricordato come «il senso di Comunità è un elemento molto importante perché permette di aiutarsi e sostenersi soprattutto in momenti come questi in cui l’indifferenza è sempre di più. Grazie quindi alla Trisa che, con questa iniziativa, riporta la Comunità al primo posto».
Non solo tradizione e folclore però, ad aprire la due giorni, sabato, sono stati infatti momenti di riflessione e di confronto che hanno visto salire sul palco professionisti e studiosi provenienti da tutt’Italia per i convegni «Arrotini: passato, presente e futuro» e «Il futuro della professione».
 

 
Un notevole successo hanno poi riscontrato le mostre allestite nella Palestra comunale dove ha trovato posto una piccola parte della «Collezione di coltelli» di Aldo ed Edda Lorenzi - della coltelleria dei Lorenzi, aperta nel 1929 in Via Montenapoleone a Milano.
Spazio anche al materiale ed alle immagini storiche curate dal Centro Studi Judicaria, nonché agli elaborati degli alunni dell’Istituto Comprensivo Val Rendena coinvolti, nei mesi scorsi, in un Concorso di disegno promosso dagli organizzatori.
E ancora, su alcuni visori collocati in sala, la proiezione di interviste, documentari nonché il film del Filò da la Val Rendena.
Infine, a chiudere la due giorni le premiazioni di alcuni dei moleti presenti tra cui il più giovane, Massimo Lorenzi di Piacenza classe ‘84, il più anziano in attività Pietro Lorenzi di Piacenza del ‘44, il più anziano in pensione Biagio Mosca, del 1922 di Melbourne e il più lontano Pio Fedrizzi, anche lui proveniente da Melbourne – Australia.
«Non possiamo che essere soddisfatti – sottolinea entusiasta il presidente de La Trisa, Olimpio Lorenzi – è stata una bella manifestazione, soprattutto grazie alla collaborazione di tanti volontari, enti e associazioni tra cui il Centro Studi Judicaria e la Pro Loco di Spiazzo che ci hanno creduto e si sono prodigati per ottenere questo risultato». «Una manifestazione da ripetere – ha aggiunto il sindaco di Spiazzo, Michele Ongari - perché è importante valorizzare questo nostro passato».
 
L'evento, promosso dall’Associazione culturale La Trisa, in collaborazione con il Centro Studi Judicaria e con la Pro Loco di Spiazzo, ha trovato il supporto della Provincia Autonoma di Trento, della Regione oltre che della Comunità di Valle delle Giudicarie e delle amministrazioni comunali della valle.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni