Home | Eventi | A Castelfolk si corre «Into the wild run»

A Castelfolk si corre «Into the wild run»

Venerdì 3 agosto scatta la seconda giornata di eventi a Castellano

Dopo l’apertura col concerto di Ermal Meta, venerdì Castelfolk celebra il suo profondo legame con lo sport e la natura. Con l’organizzazione del Lagarina Crus Team, si corre infatti la «Into the wild run»: la corsa scatta alle 17.30 per la gara competitiva e alle 17.40 per la gara non competitiva e camminata ludico motoria.
Alle 19.00 apre l’area ristorazione e comincia l’attività degli stand delle associazioni e dei partner non profit.
 
Ore 21 comincia la musica con i Rebel Rootz in concerto: il sound del gruppo, di ispirazione reggae, nasce dall’incontro di personalità diverse, motivo alla base della contaminazione sonora che li contraddistingue. Il grande impatto musicale e la naturale capacità di coinvolgere il pubblico rendono questa band unica, energica e solare.
Alle 23 ancora musica col Summer meeting 2018 con dj Stefan Egger: in consolle il re della musica afro dj Stefan Egger (Innsbruck/Austria) per una notte Afro Brasil Funky tutta da ballare con la sua Cosmic Music Productions e l’etichetta Sound Station Records.
 
 INTO THE WILD RUN 
(info dal sito www.lagarinacrusteam.it)
A Castellano inizia il primo weekend di agosto con la 5ª prova del Circuito Montagne Trentine.
Il Lagarina Crus Team propone «Into the wild run», una corsa in montagna con percorso relativamente facile e corribile un po’ da tutti anche a livello non competitivo.
I meno allenati possono approfittare di questa manifestazione per un proficuo allenamento in mezzo ai boschi.
 
Il percorso: lo start al campo sportivo lancerà il gruppo verso nord su un tratto asfaltato per 1 km e mezzo dove inizia lo sterrato piuttosto facile in mezzo ai campi.
Poi il bosco, con la salita che aumenta di pendenza ancora un poco fino al km 2,5; a quel punto 400 metri pianeggianti precedono una salita più impegnativa, attorno al 10%, per portare gli atleti fin nei pressi del lago di Cei. Km 3,5, si attraversa la provinciale per costeggiare il lago di Cei e poi riattraversare di nuovo e portarsi ai piedi di località Costole.
Tutto un falsopiano che anticipa l’ultima vera salita, 700 metri all’8/9%, che porteranno in cima al Gpm posto a 980 metri.
Si scollina e si inizia a scendere di quota, alternando discese e pianure per un altro km. Quando inizia la discesa più lunga e continua (1,5 km) abbiamo percorso 6,5 km.
Tutto bosco, tutto sentiero, dove è anche piacevole correre e si arriva al punto più basso posto a quota 780 metri.
Uno strappetto su cemento anticipa un lungo tratto di strada in leggero falso piano che continua a salire fino agli ultimi 400 metri proposti per la volata finale in leggera discesa.
Dopo aver percorso 9.700 metri ecco l’arrivo in Viale Lodron.
 
Una bella corsa che fa da spartitraffico fra una settimana di lavoro e il primo weekend di agosto iniziando con una serata piacevole allietata dalla grande festa.
Il tutto organizzato dalle associazioni locali unite per quello che è il più importante appuntamento annuale di Castellano.
Castelfolk, infatti, fa confluire moltissimi giovani e meno giovani con spettacoli, concerti musicali e intrattenimento allietati dalla cucina ben fornita per tutti i gusti.
«Into The Wild Run» prosegue col pasta party e la premiazione concluderà la parte sportiva di questa festa.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni