Home | Eventi | Il Festival delle Professioni alla sua 7ª edizione

Il Festival delle Professioni alla sua 7ª edizione

Da giovedì 4 a sabato 6 ottobre 2018 torna il festival che riunisce oltre 5000 giovani professionisti dal Trentino

Il Festival delle Professioni torna a Trento e Rovereto con un'edizione rivolta a professionisti, cittadini e studenti, per riflettere e confrontarsi sul tema della gestione delle relazioni sociali e professionali.
L'evento, ideato e organizzato dal Gi.Pro, il Piano d'ambito dei giovani professionisti del Trentino, con la collaborazione dell'Assessorato Provinciale all'università e ricerca, politiche giovanili, pari opportunità e cooperazione allo sviluppo, del Comune di Trento, dell'Università degli studi di Trento e degli ordini e collegi professionali partecipanti, ha registrato nelle precedenti edizioni un notevole successo; nel 2017 il Gi.pro aveva puntato i riflettori sul tema della rete tra professionisti, intesa come sviluppo di sinergie e connessioni sullo sfondo di una rinnovata consapevolezza di opportunità e limiti delle attuali tecnologie digitali.
Quest'anno, convegni, dibattiti e approfondimenti troveranno una naturale evoluzione nelle riflessioni sul ruolo del professionista per la società di domani, tra relazioni sociali reali e virtuali; la nuova edizione sarà intitolata «Social/sociale/società».
 
Confermata anche l'espansione territoriale sperimentata lo scorso anno: anche per la settima edizione gli eventi del festival si terranno infatti tra Trento e Rovereto.
Il programma si snoderà nella consueta sede del capoluogo, negli spazi dell'aula Kessler (Università degli studi, facoltà di Sociologia) e della sala Falconetto presso Palazzo Geremia, oltre che a Rovereto presso l'aula Kennedy.
In questo contesto particolarmente stimolante, i giovani iscritti agli ordini professionali, ma anche appassionati e semplici curiosi, assisteranno a importanti incontri con esperti e potranno confrontarsi tra loro e riflettere sui temi di stretta attualità, oltre che sfruttare l'opportunità di una tre giorni dall'alto valore formativo.
Tutti gli eventi del festival, infatti, sono gratuiti, aperti al pubblico e in fase di accreditamento presso i rispettivi ordini professionali. Tutti i dettagli dei singoli eventi, i relatori, le location e gli orari sono già disponibili sul sito del festival (festivaldelleprofessioni.it).
 
Nato all'interno del Piano d'ambito Gi.Pro, il Festival delle Professioni è l'unica iniziativa del genere in tutt'Italia, capace di radunare nei tre giorni di manifestazione oltre 5000 professionisti under 39 in rappresentanza dei 23 ordini aderenti e accreditati agli incontri.
Inizialmente finanziato dal piano organizzativo giovani annuale nell'ambito delle politiche giovanili della Provincia, il festival nel tempo è cresciuto e ora si autofinanzia, avvalendosi dell'apporto di diversi sostenitori.
Un importante valore aggiunto per questo progetto, perché dimostra come ormai sia riconosciuto sul territorio provinciale e non solo.
Il Festival delle professioni va in scena grazie anche ai suoi partner: Fondazione Caritro, Cassa Centrale Banca, Cassa Rurale di Trento, Federazione pubbliche relazioni Italiana (FERPI), Associazione italiana giovani avvocati, Altroconsumo.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni