Home | Eventi | Feste Vigiliane | Presentate le Feste Vigiliane 2014, del «dopo Malossini»

Presentate le Feste Vigiliane 2014, del «dopo Malossini»

Da giovedì 19 a giovedì 26 giugno la città in festa con le Vigiliane, portate avanti da un nuovo gruppo di lavoro

image

Il nuovo presidente Claudio Stenghele con Ileana Sontacchi. 
 
La città di Trento, da giovedì 19 a giovedì 26 giugno, vivrà un’atmosfera magica: arte, cultura, spettacoli per tutti i gusti, concerti, folclore caratterizzeranno il centro storico e le piazze adiacenti in queste giornate che una tradizione plurisecolare vuole siano dedicate nella ricorrenza del patrono San Vigilio.
Sono appunto le Feste Vigiliane, un’iniziativa del Comune affidate per la loro realizzazione ad un Comitato organizzatore, Associazione Trento Eventi, presieduto da Claudio Stenghele, dopo l’addio del patron Guido Malossini; la manifestazione si avvarrà del sostegno di istituzioni e da sponsor, i quali hanno un ruolo fondamentale per il suo sostegno finanziario.
In tempi lontani la ricorrenza patronale, il 26 giugno, veniva ricordata con una festa non solo religiosa ma anche ludica, una rara occasione per far divertire il popolo. In particolare si dava moltissima importanza ai fuochi artificiali perché era credenza comune che questi fossero molto graditi al santo.
 
La festa in tempi più recenti era limitata ad una o due giornate, ma dal 1984 si volle dare all’appuntamento un maggior rilievo e coinvolgimento popolare prolungandola per più giorni, una settimana e anche più: nascono così le Feste Vigiliane dell’era moderna.
Questa manifestazione può ben essere considerata una delle più importanti a cielo aperto d’Italia, coinvolgendo, tra figuranti, operatori e volontari, spettatori, oltre 250 mila persone, come verificato nelle edizioni precedenti.
Come si può evincere dal programma in dettagliato, numerose sono le attrazioni che caratterizzeranno le giornate trentine.
Tra tutte queste vale la pena segnalarne alcune tra le più significative, sottolineando che uno spazio, il Parco Vescovile, è stato riservato al pomeriggio esclusivamente ai bambini, mentre piazza Fiera e piazza Duomo saranno il palcoscenico di spettacoli e attrazioni varie.
Nel cortile di Torre Mirana saranno protagoniste le «Serenate trentine», rassegna di cori popolari.
 
Per quanto riguarda arte e cultura risaltano due iniziative: «Art&Immagine Città di Trento» e il concorso di scultura del legno «Città di Trento». Gli artisti in strada offriranno ai passanti un saggio della loro bravura.
Ampio spazio poi all’artigianato con il mercato che rappresenta la più grande vetrina del prodotto trentino per far rivivere l’atmosfera di un tempo, mentre gli orafi avranno a loro disposizione «La via dell’oro e dell’argento».
La cultura e la storia del popolo trentino saranno interpretati dal corteo storico e dai gruppi storici.
 
La gastronomia avrà il suo trionfo in piazza d’Arogno, dove per tutto il periodo, con orario dalle 18 alle 23 sarà aperto la «Piazzetta del gusto trentino» con l’Osteria del viandante con piatti tipici locali e la birra Forst.
Un’ altra curiosità tutta da vedere, e soprattutto da gustare, sarà costituita dalla «Rassegna del pane tradizionale dell’Arco alpino» con i panificatori al lavoro a Palazzo Thun (il 20 e 21 giungo).
 
Tra le manifestazioni riesumate dai tempi lontani da ricordare il «Palio dell’Oca» con la «Tonca» (domenica 22) e la «Mascherada dei Ciusi e dei Gobj», il giorno del Patrono. Il palio vedrà 58 zattere in gara sul fiume Adige, con partenza a coppie; i concorrenti durante il percorso saranno impegnati in ben sette prove di abilità.
Al termine si procederà alla «Tonca», ovvero nelle fredde acque del fiume verrà immerso un figurante che rappresenterà quanti tra i trentini si sono resi responsabili di «misfatti» a insindacabile giudizio del giudice unico Mario Cagol, in arte SuperMario, giudizio maturato nel corso del «Tribunale di penitenza».
 
Uno dei tanti appuntamenti da non perdere assolutamente sarà la Magica Notte (sabato 21), una lunghissima festa in ogni angolo del centro storico che si protrarrà sino alle 4 del mattino.
Oltre a questi eventi ogni sera si alterneranno spettacoli musicali e di varietà, proiezioni di film e tanto altro.
Infine martedì 26 giugno, contrassegnato al mattino dalle funzioni religiose in onore del patrono, grande chiusura con la Mascherada dei Ciusi e dei Gobj e i fuochi artificiali da Maso Mirabel, ex cava Italcementi.
 
Quest’anno i giorni della manifestazione sono stati ridotti a cinque, ma lunedì e martedì la festa continua con altri eventi, non gestiti direttamente dal Comitato delle Feste Vigiliane, in particolare martedì 24 in Cattedrale alle 20.30 è previsto un concerto in omaggio all'Arcivescovo Mons. Luigi Bressan. Il lunedì invece la Cassa rurale di Trento offrirà in piazza Fiera alle 21 un gran galà musicale; nella casetta di piazza Pasi, dalle 18 alle 20, Radio Dolomiti in diretta con la partecipazione di ospiti offrirà anticipazioni sugli eventi in programma. Martedì 24 in Piazza Fiera è prevista infine alle 21.15 l’Elezione di Miss Trento.
 
Ad anticipare le Feste Vigiliane saranno invece la tradizionale «Cena Benedettina», che si terrà sabato 14 giugno sul Doss Trento, e un'iniziativa promossa dall'Associazione «Vivi lo sport», in calendario nella giornata di domenica 15 giugno.
Sarà l’ultima volta della Cena Benedettina che, giunta al 25° compleanno, è stato deciso di interrompere. Il motivo che è stato spiegato è ben poco convincente e ci si domanda quantomeno perché l’iniziativa non sia stata passata a qualche altro soggetto interessato a portarla avanti, dato che per voce dello stesso responsabile ha raggiunto l’apice del suo successo.
La manifestazione sportiva consiste invece in una gara podistica denominata «Lucciolata di san Vigilio», con partenza alle 20.30 da via Belenzani per raggiungere, anche in questo caso, il Doss Trento.
Si tratta di una corsa non competitiva rivolta a famiglie e amanti dello sport. Ogni partecipante correrà con un palloncino legato al polso dove potrà attaccare un bigliettino con un desiderio, che poi sarà lasciato volare assieme alle lanterne al termine della manifestazione dal Doss Trento.
All’arrivo ci saranno varie iniziative per intrattenere il pubblico. Il percorso si snoda per 9,5 Km da compiere in un tempo massimo di 3 ore; saranno predisposti due punti di ristoro, il primo dopo 5 Km al parco di Lung’Adige, l’altro all’arrivo.
A seconda del piccolo contributo per l’iscrizione saranno dati dei riconoscimenti: gruppo più numeroso, concorrente più vecchio e più giovane, al primo (lepre) e all’ultimo (tartaruga). Informazioni sul sito www.lucciolata.vivilosport.org
 

 
 Per le feste Vigiliane un nuovo gruppo di lavoro
L'edizione dello scorso anno delle Feste Vigiliane, oltre a rappresentare il raggiungimento dell'ambito traguardo del trentennale della festa patronale della città di Trento, ha sancito la chiusura dell'importante percorso di organizzazione e guida della manifestazione da parte dei Servizi Organizzativi e Immagine Città di Trento.
La gestione di questo ciclo delle Feste Vigiliane ha permesso di favorire la crescita di importanti professionalità e di rinsaldare positive collaborazioni con il fondamentale mondo del volontariato e tutto questo è stato possibile anche grazie al lavoro di regia e di coordinamento dei Servizi Organizzativi.
Ecco perché l'obiettivo comune, nell'interesse della città e dei suoi abitanti, è che questo insieme di esperienze e buone pratiche vada valorizzato per garantire oggi il funzionamento di quella che si crede possa essere la futura macchina organizzativa delle Feste Vigiliane 2014.
 
Per non perdere esperienze e risorse cumulati nel corso degli anni, le maggiori realtà che hanno collaborato nelle scorse edizioni alla realizzazione delle Feste Vigiliane si sono proposte di costituire un apposito comitato, Associazione Trento Eventi, finalizzato a «preservare le caratteristiche specifiche, tramandare le peculiarità e le tradizioni, curare il valore folcloristico e storico delle Feste Vigiliane di Trento.»
Il nuovo comitato nella sua autonomia può contare, per l’aspetto operativo-organizzativo, sull'esperienza acquisita da un corposo nucleo di associazioni volontarie, garanzia per un'ottima riuscita della manifestazione, garantendo nel contempo a chi voglia partecipare la possibilità di entrare a farne parte.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni