Home | Eventi | Feste Vigiliane | Feste Vigiliane, la Magica Notte della musica

Feste Vigiliane, la Magica Notte della musica

Sabato 21 giugno si esibiranno quindici i gruppi musicali tra Piazza Fiera, Piazza Duomo, Parco Le Albere, Piazza Lodron e Via Calepina di Trento

image

Al centro della festa sarà, come sempre, Piazza Fiera dove, a partire dalle 21,30 si alterneranno sul grande palcoscenico tre gruppi musicali.
Si inizierà con Max Pezzali Tribute, una band attiva dal 2007 che propone uno spettacolo unico e innovativo nel suo genere.
Nel corso del concerto vengono riproposti i più grandi successi degli 883, a partire dagli esordi con Mauro Repetto fino ad arrivare alle ultime hit del Max Pezzali solista di oggi. Il leader del gruppo è Fabrizio che, oltre a vantare una straordinaria somiglianza con il cantante, propone i successi di Max con le stesse sfumature e cadenze: un clone perfetto!
 
Seguiranno i Nomansland, un gruppo attivo da ooltre un decennio che negli ultimi anni ha saputo svincolarsi definitivamente dallo stereotipo di gruppo rock, emergente e per forza alternativo.
Ha rivoluzionato il proprio repertorio e i concerti si sono trasformati in veri e propri momenti di spettacolo.
A conclusione della serata, verso le una, toccherà alla cover band Anima che propone un repertorio di brani che, nel tempo, hanno scalato le classifiche mondiali, ri-arrangiati in versione rorck, pop, dance, ska e okkabilly.
La band è composta da cinque musicisti di grande esperienza live. Il gruppo inoltre offre, in alcune parti dello show, arrangiamenti scenici con barili e altri strumenti a percussione in stile Street Sound.
 
Tre saranno i gruppi in concerto anche nell'inedita location del Parco Le Albere dove la serie dei concerti sarà aperta alle 21,30 dal gruppo Green Mania che raccoglie musicisti delle Valli di Non e Sole.
Si dedica al un genere punk-rock e, in particolare al repertorio dei Green Day.
È composto da Cristiano Corradini (voce e chitarra ritmica); Nicola Pedron (chitarra solista e cori); Luca Pedrotti (basso e cori) e Gianni Brida (batteria).
 
Seguirà l'esibizione dei South Punk (foto sotto il titolo), un quintetto nato nel 2004 e composto da cinque giovani musicisti trentini di Predazzo: Mr. Melix (Lead Vocals); Charly (Bass guitar, Vocals); Mr. Al (Guitar, Vocals), Dex (Drums) e DJ Doppler (Synthesizer, Piano, Scratch, Vocals).
Le loro svariate influenze musicali hanno prodotto un genere dall'impronta electro/rock. La particolarità del gruppo sta nell’energia che riescono a sprigionare nel live eseguendo i loro inediti di grande impatto, mischiati ad una presenza scenica tutt’altro che banale, tutto ciò accompagnato da un look eccentrico.

L'happening musicale del Parco Le Albere si concluderà con i Lords', un gruppo nato a Cles nel settembre 2009 e formato da Aldo Biasi (chitarra); Claudio Pilloni (voce, chitarra); Denis Mt Martintoni (basso) e Federico Bergamo (batteria). Già componenti di Catoblepa, Tryaxis, Sista Pollution, Drahma, Stone Martens e varie altre band trentine, hanno deciso di unire le forze e di ripartire da un nuovo gruppo con l’obiettivo ambizioso di creare un'inedita «specie sonora», qualcosa che rappresentasse per loro un nuovo inizio.
Ora sono pronti a proporre i loro pezzi rock, cantati in italiano, basati su particolari melodie vocali sostenute da un sound potente e compatto.
 
Un intenso programma musicale sarà proposto anche in Piazza Cesare Battisti dove andrà in scena a partire dalle 20.00 VarTalent’14 - La notte dei campioni.
Quaranta cantanti solisti selezionati attraverso una serie di provini effettuati sull'intero territorio provinciale si contenderanno l'accesso alla finale del Talent Show in programma a fine luglio al Teatro Auditorium di Trento e alla quale saranno ammessi venti concorrenti.
 
Un doppio appuntamento musicale è in programma in Piazza Duomo dove si inizierà alle 21.30 con i Bermuda Acoustic Trio.
Da oltre diciassette anni sulla scena musicale, hanno all'attivo oltre 3700 concerti in Italia e all’estero. Hanno partecipato a tutti i più prestigiosi festival chitarristici italiani e stranieri e molti colleghi ne esaltano le doti musicali e umane, primo fra tutti il compianto Jeff Healey che nel 2001 suonò assieme a loro definendoli «la più divertente band acustica che io abbia mai sentito».
Chi li conosce ne apprezza il modo di suonare genuino e spontaneo.
 
Alle 23,15 salirà invece sul palcoscenico lo storico gruppo musicale perginese dei Rising Power, la Band che può essere definita il gruppo rock più conosciuto e duraturo del Trentino.
Sono nati, infatti nel 1981 e qualche anno dopo hanno prodotto il loro primo LP intitolato The Rock Is Never Ending, cantato in inglese. Sono seguiti Troppo oro e argento nel 1992 e nel 2002 Live at the Lake.
La Band, che vanta una incessante attività concertistica, ha collaborato con artisti come Jan Paice, Andrea Braido, Gae Manfredini, Angelo Branduardi, i Nomadi, Banco del Mutuo Soccorso.
 
Si farà musica anche in Piazza Lodron nel «Bivacco dei Ciusi e Gobj» dove a partire dalle 19.00 si susseguiranno le esibizioni di quattro gruppi.
Si inizierà con il rock-blues della Bluescrackers Band e si proseguirà con il concerto del gruppo «Irish» Seven Deadly Folk.
Molto atteso dai numerosi fans della band il ritorno sulle scene dei The Roldeg Stones, previsto per le 22.00 mentre un'ora più tardi concluderanno la serata i The Contraband.
 
Da segnalare, infine, l'animazione proposta in Via Calepina dal Bar Fiorentina che ha invitato ad esibirsi i al pubblico i The Unshoed (ore 18.00), gli Speed Generator (ore 20.00) e i Great things from Asbury Park (ore 23.00) con un tributo a Bruce Springsteen.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni