Home | Eventi | Festival dello sport | Il Festival dello Sport di Trento si svolgerà il 9-11 ottobre

Il Festival dello Sport di Trento si svolgerà il 9-11 ottobre

Quest'anno in edizione straordinaria «digilive» – Contenuti fruibili da tutti senza limiti per oltre 60 eventi con più di 100 grandi ospiti

In due sole edizioni Il Festival dello Sport di Trento si è imposto come appuntamento sportivo e culturale imperdibile, con il suo mix di giornalismo e spettacolo e i grandi, grandissimi nomi che ha saputo coinvolgere, campioni di tutte le discipline e tutti i Paesi.
La formula sarà applicata anche all'edizione straordinaria del 2020, in formato digitale, che si svolgerà dal 9 all'11 ottobre.
Per quest'anno dunque teatri, sale e piazze di Trento non ospiteranno fisicamente la manifestazione per una massima attenzione verso l’emergenza Covid19 ma rimarrà immutato lo spirito del Festival con i campioni più amati e le storie più belle.
 
Il titolo dell'edizione speciale 2020 è We are the Champions: in questo anno così speciale per il mondo dello sport, così carico di attese, i campioni sono più che mai punto di riferimento per tutti gli italiani che insieme a loro sognano, lottano e vincono, aspettando le Olimpiadi e gli altri appuntamenti internazionali e nazionali.
Saranno tre giorni H24 di full immersion nella magica atmosfera che Il Festival dello Sport sa creare e che è splendidamente evocata nel coloratissimo manifesto ufficiale, realizzato dal designer Aldo Drudi, che ha voluto tramettere tutto l'entusiasmo e la gioia dello sport tornato protagonista.
Grazie alla parola magica DIGILIVE, Il Festival dello Sport 2020 si apre a una platea sconfinata: chiunque, in ogni momento e da ogni luogo, potrà seguire, in diretta streaming, il palinsesto delle tre giornate, con oltre 100 ospiti e oltre 60 eventi, tutti ad accesso gratuito sulle piattaforme di Gazzetta.it e de ilfestivaldellosport.it.
 
Nel corso delle dirette, non mancheranno le opportunità di interazione virtuale con i campioni, che potranno dialogare con il pubblico degli appassionati sportivi. Oltre ai talk, il programma sarà arricchito da tanti contenuti speciali per far vivere lo sport in tutte le sue forme.
Anche i tradizionali camp vivranno in forma virtuale con masterclass e lezioni su specifiche discipline, arricchite dai consigli di campioni e grandi allenatori.
Come sempre, La Gazzetta dello Sport seguirà il Festival con una completa copertura informativa su carta, web, social.
In settembre a Milano durante la tradizionale conferenza stampa saranno comunque svelati il programma completo e tutte le novità di questa edizione speciale del Festival.
 
Il Festival dello Sport è organizzato da La Gazzetta dello Sport e dal Trentino (Provincia Autonoma di Trento, Comune di Trento, Trentino Marketing, Apt di Trento Monte Bondone Valle dei Laghi), con il patrocinio del Coni e del Comitato italiano paralimpico. Direttore scientifico del Festival è Gianni Valenti, vicedirettore vicario de La Gazzetta dello Sport.
L’anno scorso, alla sua seconda edizione, Il Festival dello Sport ha portato a Trento oltre 350 ospiti, con 65mila presenze ai 140 eventi.
Anche alla terza edizione del Festival dello Sport aderiranno numerosi partner, molti dei quali hanno già sostenuto l’evento nelle precedenti due edizioni.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni