Home | Eventi | Natale 2019 | L’albero di Natale di Avio al comune di Traversetolo

L’albero di Natale di Avio al comune di Traversetolo

Per la terza volta consecutiva, il Comune di Avio ha donato l’albero di Natale al Comune di Traversetolo, in provincia di Parma

È partito questa mattina, anche quest’anno e per la terza volta consecutiva, l’albero di Natale che il Comune di Avio ha donato al Comune di Traversetolo, in provincia di Parma.
Si tratta di un abete rosso del Monte Baldo di circa 12 metri che troverà spazio nella piazza Fanfulla, una delle piazze centrali della cittadina, luogo dove si svolge il tradizionale mercato settimanale che si svolge ogni domenica mattina. Traversetolo, infatti, comune di oltre 9500 abitanti, è famoso come il paese che ospita il più grande mercato dell’Emilia Romagna.
 
«Si tratta ormai di una felice consuetudine – ha commentato il Sindaco di Avio Federico Secchi – che abbiamo iniziato tre anni fa. È un modo per far incontrare la nostra montagna e la pianura, di unire due comunità diverse nel nome della vicinanza e comunanza, nei valori del Natale ormai prossimo. L’auspicio è che il gesto possa rappresentare anche un invito per i parmigiani, e i traversetolesi in particolare, a visitare il nostro territorio e la nostra comunità.»
L’albero verrà acceso l’8 dicembre prossimo in una solenne manifestazione pubblica.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni

I miei cammini

di Elena Casagrande