Home | Eventi | Trento Film Festival | Al Premio ITAS del Libro di Montagna arriva Paolo Cognetti

Al Premio ITAS del Libro di Montagna arriva Paolo Cognetti

L’autore di «Le otto montagne» entra ufficialmente nella giuria del Premio ITAS

A partire dalla prossima edizione del Premio ITAS, Paolo Cognetti entra a far parte della giuria.
La proposta, suggerita dai membri storici della giuria guidata da Enrico Brizzi, ha ricevuto l’adesione entusiastica dello scrittore milanese che già da tempo aveva manifestato la sua vicinanza allo spirito del Premio.
 
Paolo Cognetti è una delle voci più importanti del panorama letterario italiano, arrivato alla ribalta nazionale grazie alla vittoria del Premio Strega 2017, preceduto tuttavia dall’assegnazione, nello stesso anno, del Premio ITAS del Libro di Montagna per la sezione narrativa.
Autore di romanzi, racconti e saggi che lo segnalano per la profondità della cultura letteraria e linguistica che sorregge una narrazione che sa incontrare i gusti del grande pubblico e i favori della critica.
 
«Accetto con gioia l'incarico, – afferma Paolo Cognetti. – Io mi sento un allievo di Mario Rigoni Stern, che ha presieduto questo premio per tanti anni, ed è nel suo spirito che vorrei portare avanti il lavoro: raccontiamo e leggiamo di montagna per conoscerla, per difenderla, per tornare ad abitarla, e anche un po' per sognarla quando ne siamo lontani.
«Mi piacerebbe anche che, attraverso il Premio ITAS, la memoria di Mario e dei suoi libri fosse sempre conservata.»
 
Anche la giuria ha espresso grande soddisfazione.
«A nome di tutta la giuria del Premio ITAS del Libro di Montagna, che ho l’onore di presiedere sin dalla rinascita del Premio stesso nel 2013 – afferma Enrico Brizzi – esprimo la più viva soddisfazione per l’ingresso di Paolo Cognetti nella nostra squadra.
«L’importanza del suo arrivo è evidente: l’apparizione preziosa sulla scena editoriale di Le otto montagne, salutato da tutti noi come una provvidenziale boccata d’aria fresca per la narrativa italiana ben prima che il romanzo vincesse con pieno merito anche lo Strega, ha segnato un punto di svolta nella letteratura italiana che trae la sua linfa dalla vita nelle terre alte
 
«Paolo porterà il suo sapere e la sua tecnica al servizio di quello che è ormai riconosciuto come il massimo premio letterario dedicato alla letteratura di montagna – Prosegue Brizzi – e diventerà un componente imprescindibile della nostra cordata, nella quale le competenze dei diversi giurati si accordano all’insegna del rispetto e dell’amicizia reciproci, esattamente come deve avvenire quando si sale insieme verso un rifugio, un passo o una vetta.»
 
Con la nomina di Cognetti, il Premio ITAS rafforza la sua dimensione di più importante premio letterario dedicato alla montagna.
Con le correlate iniziative di Montagnavventura, dedicate a giovani, a docenti, a studenti universitari, il progetto culturale di ITAS Mutua è sempre più un esempio del concreto significato della responsabilità sociale di un’impresa, nel segno antico e insieme moderno della mutualità.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Storia dell'Autonomia

di Mauro Marcantoni

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone