Home | Alto Adige | La Questura di Bolzano ha setacciato il territorio di Merano

La Questura di Bolzano ha setacciato il territorio di Merano

Identificate circa 100 persone e controllati 8 pubblici esercizi per prevenire gli illeciti

Nell’ambito della più incisiva e capillare attività di controllo del territorio in atto da inizio anno, predisposta dal Questore della provincia di Bolzano, sono stati effettuati, nelle giornate del 21 e 24 giugno, servizi straordinari di controllo del territorio finalizzati a prevenire e contrastare la commissione di reati e condotte illecite nelle aree del centro cittadino di Merano, con particolare riguardo alle zone della movida serale, frequentate da gruppi di giovani.
 
Tali servizi, coordinati da Funzionari della Polizia di Stato, hanno visto la partecipazione di operatori del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Merano, della Squadra Mobile e dell’Ufficio Immigrazione della Questura di Bolzano, del Reparto Prevenzione Crimine di Milano e dell’Unità Cinofila della Guardia di Finanza, per gli ambiti operativi di specifica competenza.
L’esito dei predetti servizi ha portato all’identificazione di circa 100 persone ed al controllo di 8 pubblici esercizi.
 
Particolarmente incisiva è stata l’attività di controllo delle zone centrali di Merano, nonché delle immediate adiacenze del centro storico e in aree periferiche come Sinigo dove in passato si sono registrati episodi di illegalità.
A tal proposito è stata presidiata piazza Teatro, strategico snodo del passaggio di mezzi e persone, effettuando inoltre frequenti passaggi in corso Libertà, consueto luogo di ritrovo del popolo giovanile.
 
Sono stati pianificati ulteriori servizi per i prossimi giorni con operatori della Questura e del Commissariato impiegati nella fondamentale attività di prevenzione, monitorando i luoghi di maggiore aggregazione ritenuti più sensibili per la commissione di illeciti
Costante sarà anche l’impiego di equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine che affiancheranno, come di consueto, il dispositivo ordinario impiegato per l’attività preventiva e repressiva.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni

I miei cammini

di Elena Casagrande