Home | Alto Adige | Residenze per anziani, 7 milioni di contributi per i Comuni

Residenze per anziani, 7 milioni di contributi per i Comuni

La Provincia di Bolzano ha approvato un accordo aggiuntivo per la finanza locale riguardante il finanziamento di residenze per anziani

La Giunta provinciale ha approvato oggi un accordo aggiuntivo per la finanza locale 2024 riguardante i criteri di finanziamento di opere pubbliche nel settore residenze per anziani, autorizzando il presidente della Provincia Arno Kompatscher alla firma. Per i contributi in questione, sono a disposizione complessivamente 7 milioni di euro, 3,5 l'esercizio 2025 e 3,5 per l'esercizio 2026.
 
«Il fabbisogno è grande, soprattutto in Val Venosta, nella conca di Bolzano e in Val Pusteria», ha detto in conferenza stampa il presidente Kompatscher, competente in seno alla Giunta provinciale anche per i Comuni. «E si tratta di strutture molto costose, anche per questioni legate all'abbattimento delle barriere architettoniche. Sulla base di una legge provinciale la Ripartizione Politiche sociali autorizza, dopo una verifica, la realizzazione dei progetti e per questi è già previsto un co-finanziamento da parte della Provincia. Ma in molti casi, specie per i Comuni con la situazione economica più bassa, questo non basta ed è per questo che abbiamo deliberato questo accordo aggiuntivo, che riguarda gli anni 2025 e 2026. E sappiamo già che negli anni a seguire ne serviranno altri», ha concluso il presidente della Provincia.
 
Con l'importo messo a disposizione vengono finanziati la ristrutturazione e la nuova costruzione di residenze per anziani, ma anche spese di progettazione e acquisto di immobili. I criteri di preferenza per la concessione dei contributi sono l'alto fabbisogno documentato in base all’indice dotazione posti letti di cui al Piano Sociale provinciale (5 punti) e le opere intercomunali (4 punti).
 
In caso di parità, hanno la precedenza i Comuni con la percentuale relativa alla situazione economica più bassa. Sono ammissibili a contributo esclusivamente le domande che hanno per oggetto opere già finanziate con contributi concessi dalla Ripartizione Politiche sociali ai sensi della deliberazione della Giunta provinciale del 10 aprile 2018, n. 332, e successive modifiche.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni

I miei cammini

di Elena Casagrande