Home | Pagine di storia | 1ª Guerra Mondiale | Cerimonie del 24 maggio ad Asiago, a cent’anni dalla Strafexpedition

Cerimonie del 24 maggio ad Asiago, a cent’anni dalla Strafexpedition

Mattarella: «È stata la pace, non la guerra, ad assicurare stabilità e progresso. Sono state le intese, non le chiusure, a garantire libertà e democrazia»

image

>
Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha partecipato ad Asiago alle celebrazioni per il centenario della Prima Guerra Mondiale; ad accoglierlo il Ministro della Difesa, Roberta Pinotti, il Governatore del Veneto, Luca Zaia e il Sindaco di Asiago, Roberto Rigoni Stern.
Il Presidente Sergio Mattarella accolto dai bambiniIl Presidente Mattarella ha deposto una corona d'alloro al Sacrario di Leiten che accoglie le salme dei soldati della Grande Guerra.
Alla cerimonia era presente il primo Reggimento Granatieri di Sardegna che ha intonato la canzone del Piave.
 
Il Capo dello Stato si è quindi recato al Palazzo Municipale dove ha assistito al Consiglio Comunale straordinario della Città con i rappresentanti dei sette Comuni dell'Altopiano di Asiago.
Sono intervenuti il Presidente del Consiglio Comunale di Asiago, Michela Maria Rodeghiero, il Sindaco di Asiago, Roberto Rigoni Stern, il Presidente dell'Unione Montana Spettabile Reggenza dei sette Comuni e Sindaco di Gallio, Emanuele Munari.
Era presente il regista Ermanno Olmi che ha dedicato molto del suo lavoro artistico ai tracciati della Grande Guerra.
 

 
Il Presidente Mattarella è poi intervenuto in Piazza Carli alla cerimonia ufficiale di celebrazione per il centenario della Prima Guerra Mondiale che ha visto gli interventi del Sindaco Roberto Rigoni Stern, dello storico, Paolo Pozzato e del ministro della Difesa, Roberta Pinotti.
Era presente l'ex Presidente del Senato, Franco Marini.
Il Presidente Sergio Mattarella in occasione della cerimonia di celebrazione del centenario della Prima Guerra MondialeLa cerimonia si è conclusa con l'intervento del Presidente Mattarella.
 
L'ultima tappa è stata sul Monte Lozze dove il Capo dello Stato ha deposto un cuscino di fiori ai piedi del Monumento della Madonna degli Alpini dell'Ortigara, eretto in ricordo delle unità, in prevalenze alpine, che parteciparono ai combattimenti nell'area nel corso della Grande Guerra.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni

I miei cammini

di Elena Casagrande