Home | Pagine di storia | 1ª Guerra Mondiale | «Nel cuore nessuna croce manca»: le iniziative del 14 ottobre

«Nel cuore nessuna croce manca»: le iniziative del 14 ottobre

Un convegno il 13 ad Ala, l'inaugurazione del Memoriale il 14 a Rovereto, la cerimonia il 17 ottobre a Trento

Il 14 ottobre è la giornata nella quale si ricordano le vittime e i caduti trentini della Grande Guerra, in virtù della legge provinciale 11/2017.
Per questa occasione, la Provincia autonoma di Trento, in collaborazione con il Museo Storico Italiano della Guerra e la Fondazione Museo storico del Trentino, ha realizzato un programma di eventi, che verrà aperto sabato 13 ottobre da un convegno di studio e approfondimento in programma ad Ala, dedicato alle vicende storiche che portarono alla conclusione del conflitto e alla firma degli accordi di pace.
Domenica 14 ottobre a Rovereto, presso il Museo Storico Italiano della Guerra, si svolgerà la cerimonia di apertura del Memoriale dei caduti trentini della Grande Guerra, un’istallazione multimediale che proporrà contenuti legati alla memoria del conflitto e che troverà la sua collocazione definitiva all’interno del Sacrario militare di Castel Dante.
Infine, terzo e ultimo momento, è quello di mercoledì 17 ottobre a Trento dove, prima in piazza Dante e a seguire presso il palazzo della Provincia, si terrà l'inaugurazione di una installazione e una cerimonia in ricordo di tutte le vittime e i caduti trentini della Grande Guerra.
 
A giugno 2017 la Giunta provinciale ha varato un ddl per la valorizzazione della memoria del popolo trentino, che è stato approvato all’unanimità dal Consiglio provinciale il 22 settembre 2017 ed è diventato la legge provinciale 11/2017 !Interventi per valorizzare la memoria del popolo trentino durante la Prima Guerra mondiale».
Essa prevede, fra le altre cose, l'istituzione del Memoriale dei caduti trentini della Grande Guerra e l'istituzione della Giornata per ricordare le vittime e i caduti trentini della Grande Guerra. Per quest'ultima si è scelta una data significativa, il 14 ottobre, perché in quel giorno nel 1914 iniziò un'offensiva austriaca durante la quale si verificarono scontri sanguinosi sul fiume San, affluente della Vistola, nel corso dei quali morirono molti soldati trentini.
Con questa Giornata si intende inoltre ricordare l’ingresso dei primi 600 trentini nella «città di legno» di Braunau, il baraccamento destinato ai profughi evacuati allo scoppio della guerra con l’Italia, che avvenne il 25 novembre 1915.
 
Nella stessa legge, la Provincia autonoma di Trento ha previsto la realizzazione del Memoriale dei Caduti trentini nella Grande Guerra.
La sua collocazione definitiva sarà nel Sacrario di Castel Dante a Rovereto: all’esterno, attorno al basamento dell’edificio, saranno riportati su lapide i nomi dei trentini - soldati, prigionieri, operai militarizzati - morti in guerra.
All’interno, un’installazione multimediale permetterà invece di accedere a informazioni sui singoli caduti e sulle vicende della guerra.
In attesa che si completi l'intervento di restauro del Sacrario di Castel Dante, nei prossimi mesi, le installazioni multimediali saranno comunque consultabili presso il Museo Storico Italiano della Guerra, a Rovereto.
Inoltre, nei giorni successivi al 14 ottobre, è stata prevista una installazione anche a Trento nel Palazzo della Provincia, presso la Sala Depero.
 
 Il programma 
Sabato 13 ottobre 2018, ore 15.30
Ala, Palazzo Pizzini, via Santa Caterina 1
Convegno Tra guerra e pace: Austria e Italia dall’armistizio del 3 novembre 1918 ai trattati di Versailles del 1919.
Relazioni di:
- Gunda Barth-Scalmani, ao. Univ. Prof. Dr. Mag., Università di Innsbruck, «Ottobre-novembre 1918: implosione d'un Impero»
- Andrea Di Michele, ricercatore presso la Libera Università di Bolzano, «Trentino e Alto Adige/Südtirol nel passaggio dall’Impero austro-ungarico al Regno d’Italia».
 
Domenica 14 ottobre, ore 16
Rovereto, Museo Storico Italiano della Guerra
Cerimonia di apertura del Memoriale dei caduti trentini della Grande Guerra
Si tratta di una nuova sala che il Museo ha allestito per l'occasione: il lutto per i caduti della prima guerra mondiale costituirà il quadro tematico entro il quale avrà ampio spazio la vicenda dei 12.000 caduti trentini; nella sala sarà possibile accedere ad un ampio database dedicato ai cimiteri in Galizia e all’elenco dei caduti.
Al termine della Prima guerra mondiale la società europea dovette fare i conti con quasi dieci milioni di morti, che vennero ricordati attraverso migliaia di monumenti e di cerimonie. Una parte di quei caduti fu però dimenticata.
I soldati austro-ungarici di lingua italiana originari del Trentino, della Venezia Giulia, dell’Istria e della Dalmazia, morti nelle file dell’imperial-regio esercito, non vennero ricordati né dallo Stato sconfitto (l’Austria-Ungheria), né da quello che acquisì quei nuovi territori, il Regno d’Italia.
Il lungo silenzio è stato interrotto alla fine del Novecento grazie alla ricerca storica, al mutare della sensibilità pubblica nei confronti della Grande Guerra e al venir meno del nazionalismo.
 
Mercoledì 17 ottobre, ore 10
Trento, Piazza Dante e a seguire Sala Depero - Palazzo della Provincia
Il Memoriale dei caduti trentini della Grande Guerra, installazione e cerimonia di apertura
Per l'allestimento di questo Memoriale si è pensato di utilizzare due carrozze ferroviarie storiche, che verranno collocati tra il monumento a Dante e la Stazione ferroviaria, su una piattaforma realizzata con travetti di legno sovrapposti, che enfatizzano l'oggetto «vagone». I vagoni diventeranno dei fondali per uno schermo su cui saranno proiettati alcuni filmati.
Un altro elemento simbolico dell'installazione sarà la trincea, realizzata con una paratia di ramaglia intrecciata, che farà da sfondo al vagone ferroviario.
All'interno dell’installazione un adeguato sistema informativo indicherà ai visitatori e ai passanti la presenza di un punto informativo e di documentazione anche in Sala Depero, all'interno del Palazzo della Provincia, dove si troveranno i dati, i paesaggi e le storie dei caduti trentini nella Grande Guerra.
L'installazione di Piazza Dante potrà essere visitata fino al 15 novembre.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Storia dell'Autonomia

di Mauro Marcantoni

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone