Home | Pagine di storia | 1ª Guerra Mondiale | Forte Belvedere: un week end di appuntamenti da non perdere

Forte Belvedere: un week end di appuntamenti da non perdere

Sabato 27 e domenica 28 luglio a Lavarone due eventi inseriti nella programmazione estiva della Fondazione Belvedere-Gschwente

Prosegue la programmazione estiva di Forte Belvedere a Lavarone: quest’anno, in occasione del ventesimo anniversario della Fondazione Belvedere-Gschwente e grazie al sostegno del Bando Cultura 2019 della Fondazione Caritro, il programma è particolarmente ricco e strutturato, con eventi che spaziano dal cinema alla musica, dalla storia al teatro.
Sabato 27 luglio alle 17.30 appuntamento con il reading/spettacolo «So sterban net. Per non morire. Storia di un profugo», a cura della Compagnia Initinera e con Riccardo Benetti: uno spettacolo per ripercorrere, tra sorrisi e commozione, una tragedia umana quasi dimenticata, ovvero il profugato dei veneti durante la Prima guerra mondiale.
Vicende che si perdono nella nebbia della storia ed oggi quanto mai attuali e toccanti: un racconto per fermarsi a pensare, prima di giudicare.
In caso di pioggia lo spettacolo si terrà al Centro Congressi a Gionghi di Lavarone.
 
Il giorno successivo, domenica 28 luglio, alle 21.00 l’attesa performance di Tovel - aka Matteo Franceschini - Jacopo Mazzonelli e Eleonora Wegher, «The act of touch».
La performance getta lo spettatore all’interno di un paesaggio sonoro inatteso, dove il suono organizzato si palesa dopo un complesso itinerario di esplorazione dei materiali.
Ordinata su più livelli visivi e concettuali, la performance si configura come una graduale e consapevole scoperta d‘identità.
Anche in questo caso, nell’eventualità di una serata di pioggia il concerto si terrà al Centro Congressi.
Matteo Franceschini è nato a Trento e si è diplomato in composizione sotto la guida di Alessandro Solbiati al Conservatorio «Giuseppe Verdi» di Milano.
Nel 2017 ha adottato il nome d’arte Tovel, rilanciando la figura dell’autore/interprete.
La Biennale di Venezia gli ha assegnato il Leone d’argento per la Musica 2019.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni