Home | Pagine di storia | «La gavetta di Tofu» – Di Stefania Tosello (…era il mio papà)

«La gavetta di Tofu» – Di Stefania Tosello (…era il mio papà)

Questo e altri cimeli saranno esposti da fine agosto nel memoriale della deportazione allestito nell’ex stazione ferroviaria di Cuneo Gesso

image

Come lui, anche il suo piatto – il coperchio della gavetta – vergato dalla sua mano, che l’accompagnò nei lunghi giorni della Seconda guerra mondiale, e che fu abbandonato in Russia durante la concitazione della battaglia della sua Cuneense, e dal ripiegamento di Postojalewska, dopo quarant’anni è riemerso da un cumulo di terra che ricopriva una fossa comune ed è tornato a casa: ma purtroppo non si sono più incontrati.
 
Adolfo Tosello riposava da oltre un anno nel cimitero di Bernezzo, suo paese d’origine.
Quel pezzo di Storia ora lo conserva la moglie Dina, una donna d’origine monregalese conosciuta in Liguria durante la «campagna delle olive», quelle olive che dopo il raccolto erano martirizzate nei frantoi per diventare olio.
 
Tofu soffrì le stesse pene. Ma un giorno salì su un treno, quel treno di cui divenne in seguito «il Capo», e che seppe sempre condurre nei giusti binari come del resto la sua esistenza.
E oggi da lassù guarda la sua famiglia e a tutti protende una mano, che per chi non lo conosceva era burbera, ma poi si trasformava in un aiuto concreto.
Questo e altri cimeli saranno esposti da fine agosto, in forma permanente, nel memoriale della deportazione allestito nell’ex stazione ferroviaria di Cuneo Gesso.
 
Stefania Tosello

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Storia dell'Autonomia

di Mauro Marcantoni

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone