Home | Pagine di storia | Si è spento Ferdinando -Mario- Tonon

Si è spento Ferdinando -Mario- Tonon

Illustre personaggio trentino, è stato un compagno prestato al mondo vitivinicolo

Se ne è andato all’età di 97 anni Ferdinando Mario Tonon, un compagno prestato al mondo vitivinicolo trentino.
Con Lui se ne va uno degli ultimi protagonisti/testimoni di una vicenda, quella dell'antifascismo e della Resistenza, che ha segnato profondamente la nostra terra.
Il Suo percorso di vita rappresenta un paradigma di una generazione che, pur minoritaria, seppe riscattare il Trentino da una diffusa acquiescenza verso il regime fascista e che nel dopoguerra, tra non poche difficoltà ed incomprensioni, seppe tenere viva ed operante la memoria e i valori di quanti, non moltissimi, seppero opporsi alle dittatura e, dopo l'occupazione nazista, impugnarono le armi contro l'invasore in nome dell'italianità del Trentino.
Spesso quelle ormai lontane vicende sono avvolte in un nebbia che non fa giustizia del coraggio di quanti affrontarono, spesso in solitudine, la ferocia della repressione totalitaria.
Basti pensare che Tonon quando fu arrestato aveva solo 18 anni (di quel tempo…) e seppe affrontare con dignità e fermezza il carcere e le sevizie fisiche che lasciarono un segno permanente sul suo corpo e, infine, il confino in quella Ventotene destinata a diventare una superba scuola di antifascismo, di libertà, democrazia e giustizia sociale.
Venne poi la lotta di liberazione nella quale Mario volse un ruolo che ancora oggi Lionello Bertoldi ha puntualmente ricordato.
Ma Tonon fu in tutto e per tutto un uomo con la schiena diritta, per usare una efficace espressione del presidente dell'Anpi Sandro Schmid, in ogni giorno della Sua vita, in ogni Sua attività, da quella legata ad un coerente impegno politico/istituzionale e sindacale nei quali seppe sempre meritarsi un rispetto tutt'altro che scontato anche dagli avversari in tempi di forte contrapposizione ideologica, a quello del lavoro nel mondo dell'agricoltura e in particolare nel settore vitivinicolo del quale fu un profondo conoscitore ed innovatore.
 
L'Anpi, i suoi amici e compagni di una unga vita lo salutano per l'ultima volta oggi, mercoledì, alle ore 15 al cimitero di Trento.
Ai suoi familiari il più fraterno affetto di tutti noi. Ciao «Mario».

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni